Stanotte torna l’ora legale: lancette in avanti di 60 minuti e un'ora in meno di sonno - IVG.it
Giornate più lunghe

Stanotte torna l’ora legale: lancette in avanti di 60 minuti e un’ora in meno di sonno

Grazie al cambio d'ora le famiglie italiane hanno risparmiato dal 2004 al 2020 1 miliardo e 720 milioni di euro

Liguria. Questa notte bisognerà spostare avanti le lancette di 60 minuti (o lasciare che gli avanzati sistemi digitali dei nostri dispositivi lo facciano da soli). Nella notte a cavallo tra sabato 27 e domenica 28 marzo, infatti, si tornerà all’ora legale.

Le nostre giornate avranno più ore di luce e si allungheranno, ma perderemo un’ora di sonno, nulla di così fastidioso in periodo di pandemia e in zona arancione, con le persone invitate a restare il più possibile a casa. Il cambiamento dell’ora, infatti, è pensato per diminuire i consumi energetici e sfruttare al massimo le ore di luce. Secondo Terna, il gestore della rete di trasmissione di energia elettrica in Italia, dal 2004 al 2020 grazie all’ora legale il consumo è stato di circa 10 miliardi di kilowattora, pari a un risparmio di oltre di 1 miliardo e 720 milioni di euro per le famiglie italiane.

L’ora legale resterà in vigore fino alla notte tra sabato 30 e domenica 31 ottobre, ovvero l’ultimo weekend del decimo mese dell’anno, quando si passerà nuovamente all’ora solare. E potrebbe essere l’ultima volta.

Nel 2020, infatti, il parlamento Ue avrebbe dovuto prendere una decisione rispetto all’abolizione dell’ora legale a partire dal 2021, ma a causa dell’emergenza Covid-19 è stato tutto rimandato. L’Italia comunque non sembra essere a favore della modifica.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.