Rari Nantes Savona, prova di maturità a Salerno: i biancorossi vincono 12 a 7 - IVG.it
Pallanuoto

Rari Nantes Savona, prova di maturità a Salerno: i biancorossi vincono 12 a 7

La squadra guidata da Angelini non commette l'errore di sottovalutare gli avversari e non abbassa mai la guardia, portando a casa un successo meritato

Salerno. Ad aprire la terza giornata della fase di élite è la partita tra Rari Nantes Salerno e Rari Nantes Savona. I campani, nell’unico incontro del girone F fin qui disputato, hanno perso 13-5 con l’Ortigia. I biancorossi, dopo essersi arresi per 11-7 al Brescia, hanno avuto la meglio sugli aretusei per 10-6.

La formazione condotta da Angelini, quindi, vede la possibilità di centrare l’obiettivo semifinali scudetto. Per farcela, è necessario non lasciare per strada punti oggi nella piscina Vitale. Il Salerno, che ha raggiunto l’obiettivo salvezza e può giocare senza obbligo di far risultato, non ha nulla da perdere.

Per i biancorossi è la prima uscita dopo l’addio alla pallanuoto giocata di Federico Piombo; nei tredici rientra Bertino.

La cronaca. Si parte alle 15 in punto; il primo possesso è di Campopiano, che è cresciuto nel Circolo Nautico Salerno. Fallo grave di Fortunato su Bruni; Molina conclude alto. Sul cambio di fronte viene espulso Fondelli per fallo su Tomasic; prova il tiro Cuccovillo, lo chiude Vuskovic.

Gran palla di Campopiano per Iocchi Gratta che ringrazia e mette rete. 0 a 1 a 1’40” di gioco. Lo stesso Iocchi Gratta è protagonista in difesa, con un anticipo su Pica. Poco dopo un alzo e tiro di Luongo centra la traversa.

Splendida progressione di Vuskovic che sulla destra va via all’avversario e scavalca con una precisa palombella Santini. 0 a 2 a 3’46”.

Fallo grave di Scotti Galletta su Bruni: rigore. Il capitano Rizzo dai cinque metri non sbaglia: 0 a 3 a 4’25”.

Pressing forsennato in fase difensiva, velocità in quella offensiva: il Savona sembra avere una marcia in più rispetto agli avversari, che pagano anche lo scarso numero di partite fin qui giocate.

Palla per Rizzo che da posizione centrale ha spazio per caricare e il tiro e scagliare la sfera in rete, alla destra del portiere. 0 a 4 a 7’05”.

In avvio di secondo tempo Santini respinge una conclusione ravvicinata di Campopiano. Poco dopo la sfida si ripete con un tiro dalla distanza che il portiere locale devia sul palo.

Per il Salerno ci prova Cuccovillo: traversa, riprende Pica, la sua conclusione è debole. Gli arbitri mandano nel pozzetto Vuskovic e Pica per reciproche scorrettezze. Momento di grande intensità ma molto confuso.

La squadra di casa si sblocca con la rete di Esposito. 1 a 4 a 2’34”. Immediata la replica dei savonesi, dopo soli 13 secondi: palla sui quattro metri per Fondelli che insacca: 1 a 5.

Palla da Esposito al centro per Tomasic, fallo grave di Iocchi Gratta. Conclude Esposito: palo interno.

Il Salerno prova a restare aggrappato alla partita. Cuccovillo spara il mancino, imparabile per Massaro. 2 a 5 a 4’20”. Il Savona, però, non molla la presa: fantastico pallonetto di Fondelli che realizza il nuovo più 4 dopo soli 19 secondi.

Superiorità numerica per i padroni di casa; Citro chiama time-out. Espulso anche Patchaliev. Ma neppure con due uomini in meno i biancorossi capitolano: il tiro di Elez è facile preda per Massaro.

Savonesi decisamente più incisivi: Molina va via a Elez e conclude, ma questa volta Santini riesce a respingere. Allo stesso modo, Massaro para una conclusione bassa di Luongo. Cartellino giallo ad Angelini per proteste.

Nuova inferiorità numerica per il Savona, difesa sempre aggressiva e il tentativo di Luongo da posizione cinque non trova la porta. A metà gara la formazione ligure conduce per 6 a 2.

Nella prima azione del terzo tempo, i biancorossi devono fronteggiare un’altra azione con l’uomo in più. Questa volta Luongo trova lo spazio per la rete: 3 a 6 dopo 43″.

Un tiro di Campopiano viene respinto; un tentativo di Parrilli colpisce il palo. Uomo in più per la Rari Nantes Savona e Fondelli da distanza ravvicinata supera il portiere: 3 a 7 a 1’45”.

Perfetto assist sul palo lungo per Pica che spinge la palla in rete per il meno 3 a 2’16”. La partita prosegue con grande intensità, ma ad entrambe le squadre inizia a mancare un po’ di lucidità in fase offensiva.

la Rari Nantes Salerno riapre la partita con il gol del capitano Scotti Galletta: 5 a 7 a 5’36”.

Palla rubata da Rizzo che ha campo aperto davanti a sé e finalizza la controfuga presentandosi a tu per tu con Santini per poi batterlo dopo alcune finte. 5 a 8 a 10″ dalla fine del terzo tempo.

I biancorossi conquistano la palla al centro del quarto tempo e mirano a gestire il vantaggio. La prima superiorità numerica è del Salerno, Tomasic riceve in posizione favorevole e non perdona: 6 a 8 a 48″.

Immediata la risposta savonese: espulso Scotti Galletta, palla in mezzo per Bruni che indisturbato realizza la rete del 6-9 a 1’05”.

A tenere in corsa i campani è Luongo con un gol eccezionale: palla all’incrocio dei pali ed è meno 2 a 1’31”.

Angelini chiama time-out, potendo gestire una superiorità. Cartellino rosso al dirigente locale Rampolla. Fondelli serve perfettamente Iocchi Gratta che si gira e sigla il 7 a 10 a 2’27”.

Ripartenza savonese, tre contro uno: Campopiano ha tutto il tempo per prendere la mira e mettere in rete il pallone della tranquillità. 7 a 11 a 4’52”.

La Rari non abbassa la guardia in difesa e tocca ancora a Massaro, con gran riflessi, negare il gol ad Elez; poi i biancorossi resistono con l’uomo in meno. Chiude i conti Rizzo, a 43″ dalla sirena, in controfuga solitaria: finisce 7 a 12. Un risultato frutto di una prestazione determinata da parte della squadra di Angelini, che dal primo all’ultimo minuto ha giocato al massimo, senza mai risparmiarsi.

La Rari Nantes Savona sale a quota 6 punti, al momento solitaria al comando. Domani si affronteranno Ortigia e Brescia: la vincitrice affiancherà i biancorossi, che torneranno a giocare mercoledì 14 aprile alle ore 15 a Savona, contro la squadra lombarda.

Il tabellino:
Rari Nantes Salerno – Rari Nantes Savona 7-12
(Parziali: 0-4, 2-2, 3-2, 2-4)
Rari Nantes Salerno: Santini, M. Luongo 2, Esposito 1, Sanges, Scotti Galletta 1, Gallozzi, Tomasic 1, Cuccovillo 1, Elez, Parrilli, Fortunato, Pica 1, Taurisano. All. Matteo Citro.
Rari Nantes Savona: Massaro, An. Patchaliev, Urbinati, Vuskovic 1, Molina Rios, Rizzo 4, Caldieri, Bruni 1, Campopiano 1, Fondelli 3, Iocchi Gratta 2, Bertino, Da Rold. All. Alberto Angelini.
Arbitri: Alessandro Severo e Fabio Ricciotti (Roma). Delegato Fin: Maurizio De Chiara (Napoli).
Note. Superiorità numeriche: Salerno 3 su 14, Savona 4 su 7 più 1 rigore realizzato. Uscito per limite di falli Molina nel quarto tempo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.