Perplessità

Savona, Giusto ancora critico sulla sede vaccinale di via Brilla: “Scomoda, ne serve un’altra”

"Mi è stato promesso dal Dg di Asl che se si riuscirà ad ottenere dal Comune una sede più comoda in centro città per la seconda dose si potrà migliorare la sede"

Savona. Il presidente regionale del Sindacato Medici Italiani, Renati Giusto, continua ad essere scettico rispetto alla scelta dell’Asl2 savonese di collocare un centro vaccinale nell’ex asilo di via Brilla a Zinola.

“Oggi alle 14 si è riunito il comitato consultivo della Asl 2 che comprende i vari responsabili dei sindacati di medicina generale, ai quali è stato presentato il piano vaccinale che prevede i vaccini per la popolazione dai 18 ai 65 anni anni – spiega Giusto – Per i cittadini savonesi la sede vaccinale sarà sita nell’ex asilo di via Brilla a Zinola. Il sottoscritto si è molto lamentato perché ritiene molto scomodo tale luogo”.

Ma c’è uno spiraglio: “Mi è stato promesso dal direttore generale, Marco Damonte Prioli, che se si riuscirà ad ottenere dal Comune una sede più comoda in centro città, in seconda istanza, per la seconda dose si potrà migliorare la sede. Tutto ciò mi pare assolutamente necessario, perché molti savonesi avranno difficoltà a raggiungere via Brilla. Speriamo che tutto si chiarisca”.

leggi anche
  • Canali
    Vaccino Covid: dal 9 marzo via alle prenotazione per personale scolastico, persone ultravulnerabili e vulnerabili
  • Polemica
    Vaccini Covid a Savona, M5S: “Ci sono spazi più adatti di via Brilla, siamo preoccupati”