La proposta

Savona, Destra Sociale scrive al sindaco: “Piantiamo un albero di ulivo per ogni morto di Covid”

Caprioglio: "La nostra amministrazione comunale sta già lavorando al fine di dedicare uno spazio, con targa commemorativa, presso i giardini del Prolungamento"

Savona. Un albero di ulivo per ogni savonese morto a causa del Covid-19. A lanciare la proposta è Giampaolo Pellegrino, referente di Destra Sociale (associazione federata a Fratelli d’Italia) per la Regione Liguria, in una lettera indirizzata al sindaco di Savona Ilaria Caprioglio.

“Nei giorni scorsi – spiega – in occasione della Giornata del ricordo delle Vittime della pandemia da Covid-19, ho inviato la lettera a Caprioglio sperando in una sua risposta”. Da qui la decisione di mandarla anche alle redazioni, in modo da diffondere la proposta.

L’idea, come detto, è quella di “ricordare i nostri concittadini deceduti a causa del Covid-19 con la messa in posa nei giardini comunali di un albero di ulivo tipica pianta ligure, resistente e longeva, per ognuno dei savonesi che ci hanno lasciato per via di questa terribile epidemia”.

“Questa iniziata – conclude – sarebbe un degno e significativo segno di vicinanza a tutte le famiglie savonesi colpite da un così tremendo lutto”.

La risposta del sindaco Caprioglio, in realtà, era arrivata già ieri: “Avevo già risposto lunedì 22 marzo, giorno in cui sono rientrata in Comune dopo un periodo di auto isolamento in attesa degli esiti del tampone molecolare. Ho delegato l’assessore competente, Pietro Santi, per l’esame della proposta”. Il primo cittadino di Savona, dunque, aveva risposto alla proposta di Pellegrino.

“Venendo al merito della lodevole proposta, la nostra amministrazione comunale sta già lavorando al fine di dedicare uno spazio, con targa commemorativa, presso i giardini del Prolungamento che sono oggetto di importanti lavori di riqualificazione”.