Bravi, ragazzi!

Savona, al liceo Chiabrera-Martini il giornalino scolastico diventa online: nasce “Lo Skeptron”

L'istituto ha creato uno spazio web dove i ragazzi potranno cimentarsi con la stesura di articoli: "merito" anche dell'esperienza di IVG/young

Savona. Spesso abbiamo parlato dei nostri istituti raccontandoli come se fossero un mondo “in quarantena”. La dad, unita alla mancanza di contatto e di continuità, sembrava quasi aver impossibilitato le scuole a realizzare progetti freschi ed innovativi. C’è chi però ha provato ad alzare la testa e, nonostante le difficoltà del caso, è riuscito a portare avanti gli obiettivi prefissati ad inizio anno.

È il caso del liceo Chiabrera-Martini, riuscito il 2 marzo a lanciare “Lo Skeptron” (www.loskeptron.eu), giornalino scolastico nato da un’idea dei rappresentanti d’istituto e sostenuto con convinzione prima dal dirigente scolastico, il professor Alfonso Gargano e poi dalla professoressa Emanuela Antibo, referente e supervisore del progetto. “Un’iniziativa azzeccata per un liceo come il nostro – è il commento del preside – la quale permette il confronto diventando punto di riferimento per i ragazzi”.

Contenuti di qualità e coinvolgimento degli alunni sono gli obiettivi qualificanti del progetto avanzato dai rappresentanti di istituto – ha poi aggiunto l’intervistato – con questo spazio che sarà utile anche per approfondire alcuni tra i temi di attualità proposti in classe”.

Dello stesso avviso la professoressa Antibo, la quale ha anche aggiunto che il giornalino sarà un’ottima occasione di socialità e di confronto per gli studenti, i quali potranno così sviluppare al meglio anche il proprio senso critico. “Scrivere sullo Skeptron sarà un modo per stare insieme senza restare passivi di fronte al “bombardamento” mediatico a cui ognuno di noi è sottoposto”; questa la riflessione della docente, la quale ha concluso dicendo che vede il giornalino come un “megafono” utile ad impegnare i ragazzi sviluppando il loro senso democratico.

Un sito innovativo quindi, volto anche ad ampliare le competenze tecnologiche dei redattori che, nonostante la giovane età, dispongono di un’enorme voglia di dire la loro in merito a diversi argomenti. Lo spazio web è infatti diviso in più sezioni, all’interno delle quali gli studenti facenti parte de “Lo Skeptron” caricano i loro pezzi, questo nella speranza di riuscire ad incidere in una società che, si sa, spesso sottovaluta i giovani.

Musica, sport, pensieri, società e cultura sono solo alcuni tra i raggruppamenti che affiancheranno quello dedicato all’attualità, in maniera da poter quindi raccontare non solo gli avvenimenti scolastici, ma anche e soprattutto quelli della vita di tutti i giorni.

E in piccola parte questo progetto è anche “figlio” di IVG: per strutturare e realizzare il giornale infatti Gabriele Dorati, studente del quarto anno e rappresentante d’istituto diventato “direttore” dello Skeptron, ha messo a frutto l’esperienza fatta in questi tre anni nella redazione di IVG/young, il magazine del nostro giornale interamente scritto da giovanissimi e ad essi dedicato.