Cambiamento

Regione, modificato il sistema degli acquisti di forniture e servizi, Bozzano: “Meno burocrazia per un governo del fare”

"Un emendamento studiato per semplificare e soprattutto velocizzare il sistema degli appalti, in particolare dei grossi contratti pubblici spesso sono rallentati da una normativa pesante"

Regione. In consiglio regionale è stato approvato il disegno di legge numero 57 riguardante la “Razionalizzazione e potenziamento del sistema regionale di centralizzazione degli acquisti di forniture, di servizi e dell’affidamento di lavori pubblici”.

Secondo il consigliere regionale di Cambiamo, Alessandro Bozzano, si tratta di “un emendamento studiato per semplificare e soprattutto velocizzare il sistema degli appalti, in particolare dei grossi contratti pubblici che troppo spesso sono rallentati nell’iter da una normativa pesante che rallenta la macchina. Spiace che parte della minoranza non abbia compreso l’importanza e l’utilità di tale provvedimento, per il quale mi sento di ringraziare gli uffici regionali competenti che nel redigerlo hanno invece dimostrato la capacità di cogliere le deficienze del sistema. Certi temi non dovrebbero avere colore politico”.

“La mia lunga esperienza da amministratore locale mi ha dato modo di vivere in prima persona le lacune che il sistema della spesa degli enti pubblici presentava, provocando lungaggini che andavano ad affaticare il procedimento. A ciò si aggiunge, inoltre, il blocco delle assunzioni a cui sono sottoposti i Comuni, che ha portato a un graduale sguarnimento delle competenze, con l’impossibilità di sostituzione del personale all’interno degli uffici che devono così fare i conti con la carenza di professionalità e un ulteriore rallentamento della procedura. L’appalto pubblico deve sì essere garantito da un iter che ne possa assicurare la bontà, ma senza pesare troppo sulle tempistiche. Questo nuovo disegno di legge accoglie, appunto, le istanze del sistema e cerca di porre rimedio”.