Crisi pandemica

Nuovo appello per la riapertura dei circoli: decreto a sostegno di musica e spettacolo

La nota del deputato ligure Luca Pastorino, i coordinamenti del settore musicale plaudono ai sostegni del Governo

Liguria. “Faccio ancora mio l’appello del mondo dell’associazionismo e dei circoli ricreativi e culturali a cui a oggi è sempre impedito riaprire: è necessario un impegno da parte della politica a loro supporto”.

Lo dichiara il deputato ligure di LeU Luca Pastorino, segretario di Presidenza alla Camera.

“Riapriamo i circoli. In questo nuovo corso governativo sosterremo, come già in passato, tutte le iniziative volte al recupero di questi baluardi di socialità e inclusione, fondamentali e necessari per il nostro Paese”.

“Nessuno deve dimenticare l’alto valore dell’associazionismo e la funzione anche a valenza commerciale dei circoli ricreativi. Per questo motivo, nel rispetto delle norme e delle direttive a tutela della salute, devono riaprire” conclude.

E oggi, a sostegno del settore musicale e dello spettacolo, è arrivato un nuovo decreto da parte del Ministro per la Cultura Dario Franceschini, in particolare dei live club, degli organizzatori di concerti, festival e contest e di altri operatori della musica dal vivo.

“Questo atto dimostra la sensibilità del nuovo Governo nel sostenere con azioni concrete il nostro settore duramente colpito dalla crisi pandemica che ancora ad oggi non sembra arrestarsi dato che con tale atto ulteriore destina 15 milioni di euro al ristoro di live club e altri operatori nel settore della musica dal vivo, 10 milioni di euro agli organizzatori di concerti, per compensare le perdite dovute alle date annullate o alla mancata programmazione di date, e 25 milioni agli autori, artisti interpreti ed esecutori per i mancati incassi” affermano i coordinamenti del settore.

“In questo periodo di grande incertezza e di rischio chiusura di oltre metà delle piccole imprese di tutta la filiera, un nuovo ulteriore decreto firmato oggi dal Ministro Franceschini è certamente un segnale di grande attenzione per il nostro settore messo duramente alla prova da questa crisi pandemica, che merita di ricevere quei sostegni per tenere vivi quei palchi – live club, tour, festival, contest, rassegne – che fanno cresce e sviluppare la musica con particolare riferimento ai nuovi artisti della nuova scena musicale italiana” concludono.

leggi anche
  • "rassegna"
    “Protesta Sonora” nelle serate del Festival di Sanremo: prosegue la mobilitazione della cultura e dello spettacolo
  • Diretta streaming
    Un anno di Covid, un anno senza musica: nuovo flash mob digitale dei Festival e Contest

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.