Arrivederci

Millesimo, il ds Francesco Miraglia saluta i giallorossi: “Arrivederci alla mia seconda famiglia”

Finisce, per il momento, l'avventura del dirigente valligiano Francesco Miraglia con i colori del Millesimo

Il direttore sportivo del Millesimo Francesco Miraglia ha affidato a un post sul suo profilo Facebook personale il suo messaggio di addio al mondo giallorosso. Una realtà che lo ha visto impegnato in prima linea, in particolare da quando è nato l’Asd Millesimo, dopo l’esperienza della Polisportiva. Un percorso costellato da successi, come la vittoria del campionato di Seconda Categoria al primo colpo, stagione 2018/2019, la rifondazione del settore giovanile e buoni risultati in Prima Categoria.

Motivi di lavoro hanno spinto il dirigente a fare un passo indietro: “Scrivendo questo post sto ripensando a tutti i momenti belli e brutti che ho passato nella mia ‘seconda famiglia’. Momenti e attimi che mi porterò dentro per sempre. Ringraziare uno ad uno viene male perché sicuramente dimenticherei qualcuno (e non voglio fare torti a nessuno) ma un ringraziamento globale va a tutte le persone con le quali in questi splendidi quattro anni abbiamo condiviso tutto all’interno di quel rettangolo verde. Dal nulla abbiamo creato una bellissima realtà del calcio valbormidese e questo me lo porterò fieramente con me per sempre perché mi ha dato un non indifferente bagaglio di esperienza per la vita. Vita. Quella vita che ad un certo punto ti pone delle scelte, anche difficili, che ti lasciano con il magone e con il cuore pieno di tristezza ma in questo momento le mie priorità e i miei sforzi mi portano lontano dal Millesimo Calcio e dal calcio in generale”.

Infine, un pensiero rivolto a mister Edy Amendola, scomparso improvvisamente nell’autunno 2019: “Questo sicuramente non è un addio ma un semplice arrivederci. Permettetemi come ultimo (ma non come importanza) di menzionare una grande persona che rimarrà per sempre con me. Grazie mille di tutto Edy. Da te ho imparato l’abnegazione e la bontà di sposare delle bellissime cause ed iniziative”.