Passaggio

Loano, il sindaco Pignocca sempre più solo: l’assessore Rocca aderisce al Gruppo Misto

Abbandona il gruppo consiliare che fa capo alla lista "Pignocca Sindaco"

Loano. L’assessore Enrica Rocca ha deciso di abbandonare il gruppo consiliare che fa capo alla lista “Pignocca Sindaco” e di aderire al cosiddetto Gruppo Misto, del quale fanno parte Jacopo Tassara, Luana Isella, Francesco Paganelli e Noemi Casto.

La scelta fa seguito al consiglio comunale tenutosi lo scorso 1 marzo e che, secondo l’assessore Rocca, ha segnato “la definitiva impossibilità nel continuare a permanere nel gruppo consiliare ‘Pignocca Sindaco’. La mia decisione di aderire al Gruppo Misto, che peraltro già da tempo maturavo, oggi diventa ufficiale e comunicherò la mia volontà, seguendo l’iter corretto al presidente del consiglio”.

A margine del consiglio, tra l’altro, i due gruppi di minoranza di LoaNoi e Pd/Da sempre per Loano avevano manifestato la loro solidarietà nei confronti della commercialista loanese, sostenendo come il resto della maggioranza tentasse “in tutti i modi di esautorarla.

Secondo Rocca “la ormai avviata campagna elettorale ha fatto in modo che, all’interno di ciò che resta del gruppo consiliare originale, molti lavorino in vista delle prossime elezioni, ma sono ancora molte le situazioni importanti per Loano da portare a termine in questo mandato. L’ennesima dimostrazione è l’esito della pratica, da me portata in consiglio comunale, approvata prima in commissione, poi criticata da alcuni assessori e dal consigliere capogruppo Mangiola che è anche presidente della commissione, che in quella sede l’aveva approvata e che in consiglio si è astenuta”.

“Detto ciò, come già dichiarato dai componenti del Gruppo Misto, resto leale nei confronti del sindaco Pignocca e dei loanesi e quindi, se lui vorrà, continuerò a svolgere, anche in questa mia nuova veste, il ruolo di assessore con le deleghe a suo tempo assegnatemi. Diversamente sono pronta a rimettere le deleghe nelle mani del primo cittadino”.

Enrica Rocca ci tiene a precisare che la sua scelta è “un atto dovuto nei confronti di Loano e di me stessa. Inoltre, ho potuto constatare che si fa molto parlare, anzi troppo, di ‘chi sta con chi’ e troppo poco di ‘chi fa e cosa occorra alla nostra città’. Io ne ho un idea molto precisa e vorrei lavorare, sempre che il sindaco ancora acconsenta, con spirito di correttezza e coerenza per il bene della collettività anteponendo prima di ogni cosa le necessità di Loano. Amo profondamente Loano che reputo meriti rispetto ed impegno, sempre”.

leggi anche
  • Intromissioni esterne
    Nuovo Conad a Loano, l’assessore Burastero: “Soddisfatto dell’operazione, vicenda strumentalizzata a fini elettorali”