"Liguria da gustare": al via un concorso di produzione video per spot e fotografia - IVG.it
Valorizzazione

“Liguria da gustare”: al via un concorso di produzione video per spot e fotografia

Organizzato da Genova Liguria Film Commission, Salone dell’Agroalimentare Ligure e Slow Food in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale ed il Comune di Finale Ligure

Liguria. A partire dal 29 marzo è aperto il concorso di produzione video e di fotografia organizzato da Genova Liguria Film Commission, il Salone dell’Agroalimentare Ligure e Slow Food, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale ed il Comune di Finale Ligure.
 Il titolo del concorso è: Liguria da Gustare e nasce per promuovere i prodotti dell’agroalimentare ligure ed il territorio, attraverso gli strumenti delle professioni dell’audiovisivo.

La partecipazione è gratuita. Il concorso è destinato a: video maker, creativi, esperti digitali, scuole, professionisti e non, senza limiti di età, residenti in Italia, i quali potranno partecipare, singolarmente o in gruppo, con un unico progetto in concorso.

Il concorso resterà aperto fino al 31 agosto, dopodiché una Giuria composta da professionisti di tutte le tematiche trattate visionerà i progetti.

La giuria è presieduta dalla fotogiornalista Claudia Oliva, e composta da 1 regista, un membro di GLFC, 1 responsabile del Salone dell’Agroalimentare Ligure e 1 responsabile di Slow Food Liguria. La giuria riceverà dalla Segreteria del Premio le opere pervenute entro i termini, per valutare e selezionare insindacabilmente chi premiare.

“Questo progetto nasce da una sinergia tra i soggetti organizzatori, che mirano a promuovere e valorizzare il territorio ed i suoi prodotti. I vincitori saranno premiati il 9 ottobre presso la Vision Plaza del Salone dell’Agroalimentare Ligure a Finalborgo. Tutte le opere godranno inoltre, di una ampia diffusione attraverso i canali e gli eventi dei soggetti organizzatori e promotori – afferma Cristina Bolla. Presidente di Genova Liguria Film Commission -. Ci aspettiamo una grande partecipazione sia per l’interesse che nutre il settore dell’audiovisivo, in questo periodo di crisi, sia per la volontà di molti di mettersi in gioco per raccontare il proprio territorio. Il tema del Salone dell’Agroalimentare Ligure 2021 riparte dai giovani, per dare slancio alla loro creatività. Ritengo che la collaborazione tra soggetti così importanti sul territorio possa dare slancio a nuove idee per la ripartenza”.

Cliccando qui è possibile visualizzare il documento per la presentazione della domanda.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.