Italiana Coke, Ziglioli (Pd): "Applicare il prima possibile le misure imposte dall'Aia" - IVG.it
Commento

Italiana Coke, Ziglioli (Pd): “Applicare il prima possibile le misure imposte dall’Aia”

"Procedere nella direzione di una nuova transizione energetica mettendo al centro la salute e il rilancio occupazionale"

Cairo Montenotte. “In tempi brevi vengano applicate le misure imposte dall’Aia, visto che la tutela della salute dei valbormidesi, e non solo, per noi è tema prioritario sul quale intendiamo impegnarci con fermezza. Anche alla luce dei dati allarmanti sull’incidenza tumorale in Valbormida che ci preoccupano e che non possono più non essere presi in considerazione”.

Così Simone Ziglioli, coordinatore Pd Valbormida, commenta la vicenda Italiana Coke all’indomani dell’interpellanza presentata dai consiglieri provinciali Rodolfo Mirri, Massimo Niero e Mattia Fiorini sulla sentenza del Consiglio di Stato in merito alla vicenda di Italiana Coke, con la richiesta di dati precisi sulla salute dei cittadini di Cairo Montenotte e della Valle Bormida a seguito dell’impatto ambientale generato dal sito produttivo cairese.

“Occorre agire subito – dichiara Ziglioli – e avviare percorsi che tengano conto  della tutela ambientale, della qualità e della sicurezza negli ambienti di lavoro e non per ultimo dell’ occupazione. Su questo è compito della politica e delle istituzioni intervenire in modo serio  per far sì che la gestione di una questione prioritaria e complessa sia gestita in modo responsabile evitando che sia la magistratura a prendere le decisioni sulle questioni che chi governa non è stato in grado di gestire, con le conseguenze che tutti possiamo immaginare. Occorre anche sollecitare l’intervento in primis del Governo e di tutti gli organi istituzionali per rilanciare e tutelare il lavoro, in un territorio che soffre da tempo, senza che però si cada nel ricatto tra salute e lavoro che non riteniamo più accettabile come spesso accaduto in passato”.

“Come Partito Democratico Valbormidese insieme al consigliere regionale Arboscello e i consiglieri provinciali e comunali del territorio stiamo mettendo in atto un lavoro sinergico che vuole andare  in questa direzione e che sarà portato nelle sedi opportune – conclude –  Occorre  procedere nella direzione di una nuova transizione energetica prevedendo con una fattiva progettualità  e con l’utilizzo delle risorse previste nel Green Deal,  un’economia totalmente sostenibile  che metta anche al centro la salute e il rilancio occupazionale. Crediamo sia importante che vengano avviati tavoli di discussione  che prevedano la partecipazione degli attori istituzionali, le sigle sindacali, i comitati locali, l’associazionismo e l’azienda per portare avanti le azioni opportune e concrete che possano garantire le tre cose fondamentali Salute, tutela ambientale e occupazione”.

leggi anche
  • Affondo
    Italiana Coke, Pasa (Cgil): “Governo e Ministero battano un colpo, garanzie ambientali e di lavoro”
  • Situazione
    Italiana Coke e qualità dell’aria in Valbormida, Giampedrone: “In corso monitoraggi aggiuntivi di Arpal”
  • Salute
    Italiana Coke, prescrizioni ambientali: “Ora i dati e monitoraggio emissioni”
  • Risultato
    Italiana Coke, il presidente Olivieri: “Ora confronto sereno con l’azienda per i miglioramenti ambientali”
  • Commento
    Sentenza Italiana Coke, l’azienda: “Sorpresi, ma ci adegueremo alle prescrizioni”
  • Posizione
    Sentenza Italiana Coke, il Pd: “Confermate le nostre preoccupazioni sulla qualità dell’aria”
  • Soddisfazione
    Sentenza Italiana Coke, il sindaco di Cairo: “Epilogo che ci aspettavamo”
  • Prescrizioni
    Cairo, il Consiglio di Stato condanna Italiana Coke ad adeguare gli impianti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.