Incarico

Istituto Ligure per la Storia della Resistenza, Armando Sanna nominato membro del consiglio generale

"Continuiamo a valorizzare i processi storici che hanno portato alla rinascita della democrazia"

Liguria. Il vice presidente del consiglio regionale, Armando Sanna, quest’oggi prenderà parte per la prima volta, in qualità di membro dell’Ufficio Presidenza, al Consiglio generale e all’Assemblea dell’ILSREC.

L’Istituto, fin dalla sua fondazione nell’immediato dopoguerra, persegue con spirito di verità e rigore scientifico, lo studio e la divulgazione dei molteplici aspetti che hanno mosso e caratterizzato la Resistenza.

“E’ per me un onore prendere parte all’ILSREC garantendo una continuità nei rapporti fra l’Istituto e il Consiglio, in quanto Socio. Porterò fin da subito il mio contributo per continuare a valorizzare i processi storici che hanno portato alla lotta di Liberazione nazionale e la rinascita della democrazia.” – dichiara il Vice Presidente – “Tra questi ricordiamo lo sciopero (1 marzo) del 1944 a Savona che diede una svolta alla Resistenza e vi aderirono oltre un milione di lavoratori. Un atto di “fierezza operaia”.

“Savona, 1° marzo 1944: lo sciopero” è il titolo del volume dell’ISREC di Savona, patrocinato dal Consiglio regionale della Liguria, che verrà presentato online proprio domani 5 marzo alle ore 16 . Tra i relatori, oltre al Vice Presidente Sanna: Franca Teresa Ferrando Presidente ISREC di Savona, Alessandro Clavarino di USAR per la Liguria, Andrea Pasa (CGIL), Claudio Bosio (CISL) e Giovanni Mazziotta (UIL). Conversazione con gli autori Irene Guerrini e Marco Pluviano del comitato scientifico dell’ILSREC e Edmondo Montali della Sezione Storia Fondazione Di Vittorio. La prefazione al testo è del presidente del Consiglio regionale Gianmarco Medusei. Coordinerà la tavola Giosiana Carrara, Direttore ISREC di Savona.