Calcio

Idoli. Guida sentimentale di un calcio romantico

Lo speciale del Ct Vaniglia

Si intitola così, in maniera suggestiva ed emozionante, l’ultimo libro dello scrittore e storyteller Diego Alverà. “Idoli” è un omaggio al pantheon calcistico di tutti i tempi. Una narrazione amarcord, lucida e coinvolgente, che fa riassaporare da un punto di vista sempre eccentrico e appassionato le gesta di calciatori del nostro passato che hanno illuminato i “momenti preziosi, in cui tante fragili e brillanti esistenze si sono confrontate con paure e debolezze, ostinazioni e dilemmi prendendo direzioni anche inattese”.

Personaggi del calibro di George Best, Garrincha, Gigi Riva, Gianni Rivera, Johann Cruyff – solo per citarne alcuni – diventano, nel volume, gli emblemi di un approccio alla vita sempre libero e fuori dagli schemi, un’ispirazione per la sua giovinezza ma anche per la vita adulta di tutti noi.

Con la prefazione di Bruno Pizzul e la Postfazione di Riccardo Cucchi. L’autore narra percorsi e traiettorie, soprattutto quelli di chi ha infranto schemi, di chi ha creduto nella propria visione andando oltre le convenzioni. Racconta cambiamenti e sfide cercando di coglierne gli attimi decisivi e determinanti.

Il calcio si pressta molto, come metafora della vita, a fare da sfondo alla sua narrazione. Ne è la riprova la precedente sua fatica“Verona Milan cinque a tre. La palla è rotonda ma la vita è ben piena di spigoli!”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.