Grazie Luna Rossa, non ti dimenticheremo: riviviamo le tappe salienti del percorso di Sibello e compagni - IVG.it
Sliding doors

Grazie Luna Rossa, non ti dimenticheremo: riviviamo le tappe salienti del percorso di Sibello e compagni

L'AC75 di Patrizio Bertelli è stato capace di tenere testa a qualsiasi avversario rendendo orgogliosa un'intera nazione; analizziamo questo viaggio insieme

15 gennaio 2021 – 17 marzo 2021. Due date che mai avremmo potuto immaginare diventassero così significative, invece è accaduto proprio questo. A metà del primo mese dell’anno infatti Luna Rossa ha iniziato a solcare le acque di Auckland, dando vita a quella che è poi diventata una vera e propria impresa sportiva.

Una Prada Cup da protagonista e una Coppa America che ha permesso all’imbarcazione italiana di scrivere la storia di questo sport, ma quali sono state le tappe che hanno permesso a Sibello e compagni di diventare delle icone a livello nazionale?

Tutto è iniziato appunto il 15 gennaio, quando Luna Rossa ha disputato la prima regata dei round robin della Prada Cup, competizione che avrebbe dovuto decretare la sfidante di New Zealand in America’s Cup. Coloro i quali sembravano sfavoriti, ovvero gli inglesi di Ineos, si sono invece rivelati da subito dei degni rivali, dominando sia American Magic che proprio il nostro equipaggio azzurro.

Sconfitte e delusione quindi per chi stava rappresentando l’Italia impegnato al largo di Auckland, capace comunque di trarre un vantaggio da questa esperienza ripresentandosi più forte ai turni successivi. È iniziato infatti proprio dalla semifinale del 29 gennaio il riscatto dei velisti italiani, impegnati contro American Magic per tentare almeno di contendersi la finale contro i forti rivali inglesi.

Il 4-0 inflitto ai danni degli americani ha però dato la spinta necessaria ai nostri, i quali si sono presentati carichi come non mai alle regate valide per la finale dell’ambita Prada Cup. Un ultimo atto iniziato bene e terminato con un’apoteosi per Luna Rossa, vittoriosa per 7-1 contro un’imbarcazione abile e determinata la quale però è apparsa totalmente impreparata di fronte alla carica di Sibello e compagni.

È con queste premesse che l’AC75 di Patrizio Bertelli ha iniziato a regatare il 10 marzo contro i fortissimi avversari neozelandesi, consapevoli del fatto di essere favoriti e forse per questo sorpresi dalla caparbietà degli atleti dal caschetto tricolore. 1-1, 2-2, 3-3, questi i parziali che hanno permesso a Luna Rossa di entrare nella storia della vela italiana come la prima imbarcazione capace di vincere tre round in una finale di Coppa America, impresa appunto mai realizzata e che per questo verrà ricordata per generazioni.

Si conosce poi l’epilogo, ovvero quel 7-3 il quale ha permesso di festeggiare ai Kiwi, comunque impressionati dall’ottimo livello espresso dall’AC75 azzurro. È così che il 17 marzo 2021 si è concluso un percorso comunque estremamente positivo, un’impresa sportiva che ha permesso ad una nazione intera di sentirsi protagonista ed orgogliosa.

Questo con anche la nostra provincia alla ribalta per merito di Pietro Sibello, randista alassino che, per ricordare le sue gesta, si vedrà probabilmente addirittura affrescato su un murales ad Alassio.

Grazie Luna Rossa, ti aspettiamo al più presto. 

leggi anche
  • Grazie comunque
    Alassio, un grande murales per ricordare l’impresa di Luna Rossa e di Pietro Sibello
  • Sconfitta
    Sibello e compagni a testa alta ma non basta: New Zealand vince la 36ª edizione della Coppa America
  • Tifoseria
    Alassio omaggia il suo Pietro Sibello: il municipio si accede con il tricolore e le vele di Luna Rossa
  • Grande gioia
    Luna Rossa, Alassio applaude il “suo” Pietro Sibello: “Ora sogniamo in grande”
  • Trionfo
    Luna Rossa ce l’ha fatta: 7-1 contro Ineos Uk, vince la Prada Cup!

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.