Reclame

Festival di Sanremo, la Liguria si promuove con Maurizio Lastrico

Il video andrà in onda da domani per tutte le serate del festival: un deciso cambio di strategia da parte della Regione

Liguria. Dice Don Vincenzo mentre celebra il matrimonio di una coppia di sposi: “Se qualcuno ha qualcosa in contrario a questa unione parli adesso o taccia per sempre”. Da lì parte l’insolita discussione, proprio davanti all’altare: per il viaggio di nozze si va al mare o in montagna? La discussione assume toni sempre più accesi. Ma per fortuna il prete stesso – che qualcosa ne sa – fornisce la soluzione alla contesa: “La Liguria”. Perché la Liguria è “di tutto e di più“.

È lo spot, per il momento ancora top secret, con cui la Regione Liguria quest’anno si promuoverà durante le serate del festival di Sanremo, in programma dal 2 al 6 marzo, per la prima volta senza pubblico a causa delle norme anti-Covid. Una produzione che si è avvalsa dell’attore “nostrano” Maurizio Lastrico, ormai volto nazionale, della regia di Fausto Brizzi, che ha donato il compenso in beneficenza all’ospedale Gaslini, e di uno scenario che rappresenta l’offerta artistica e culturale, la chiesa di San Luca nel centro storico di Genova, inserita nel circuito dei Rolli. Le musiche sono quelle di Massimo Morini. La sposta è Chiara Francini.

Lo spot, il primo di una campagna di cinque video promozionali, rappresenta un deciso cambio di passo nella strategia comunicativa della Regione. Una delle puntate sarà ambientata nel mercato orientale di Genova. Niente paesaggi mozzafiato, niente dettagli della costa o dell’entroterra, neppure un accenno visivo sulle specialità enogastronomiche di punta della nostra terra, ma un messaggio comunque chiaro: la Liguria è capace di soddisfare tutti i gusti, tutte le esigenze.

“È la storia un po’ diversa vista dall’occhio di un grande regista che ha saputo farci sorridere in tutti questi anni e mai come oggi c’è bisogno di una ventata di buonumore, in un momento in cui è difficile andare in giro per il mondo a promuovere le nostre bellezze – commenta il presidente ligure Giovanni Toti – Sanremo è la prima puntata, una grande occasione di visibilità per la nostra regione. È stato fatto un grande lavoro per non rinunciare a questo festival, è stata una cosa giusta perché dobbiamo imparare a convivere con questo virus senza farci uccidere anche come tradizioni e cultura”.

“Ogni video rappresenta un pezzettino di film di trenta secondi. In un’altra puntata c’è una coppia di studenti, poi una coppia gay, una coppia un po’ matura, una coppia alla Sex and the City e ogni volta Lastrico interviene in maniera diversa – racconta il regista Fausto Brizzi -. Questo spot è stato fatto su misura per la trasmissione che lo ospita. Non ci sono mascherine in questi video, in modo che si possano poi riciclare in eterno”.

“Un bellissimo e divertente spot con bravi attori che invita tutti i turisti a visitare la Liguria, territorio in grado di offrire ogni tipo di svago – aggiunge l’assessore al turismo Gianni Berrino – La Liguria è la regione per chi ama il mare, la campagna e la montagna. È in grado di invogliare i visitatori che amano la cultura e la natura senza dimenticare le eccellenze enogastronomiche. Confidiamo come sempre che il Festival di Sanremo sia la vetrina per la ripartenza di un comparto che ha passato un anno disastroso a causa della pandemia”.

“In questi mesi, in cui siamo stati troppo lontani, la Liguria è rimasta come sempre uno scrigno di bellezza, con il suo mare, il paesaggio, l’arte, la storia, la sua ospitalità e la meraviglia di un territorio che custodisce mille tesori – conclude il commissario straordinario di Agenzia in Liguria Roberto Moreno – Il messaggio che parte con lo spot della Regione Liguria e con il Festival più amato è proprio questo: fiducia nel futuro e conferma dei valori che rendono unica questa nostra terra. E il Festival di Sanremo è come sempre un volano per portare questo messaggio a tutti”.

leggi anche
  • Testimonial
    Festival di Sanremo, Maurizio Lastrico diventa prete nel video promozionale della Liguria