Ecco i centri per gli anticorpi monoclonali, per la Asl 2 le Malattie Infettive del San Paolo - IVG.it
Terapia

Ecco i centri per gli anticorpi monoclonali, per la Asl 2 le Malattie Infettive del San Paolo

In definizione il protocollo operativo regionale per garantire il coinvolgimento di medici e sanitari

Savona. Per la Asl 2 sarà il centro di Malattie Infettive dell’ospedale San Paolo di Savona: sono stati individuati anche in Liguria i centri prescrittori dei medicinali a base di anticorpi monoclonali per il trattamento di pazienti affetti da Covid-19 destinati ai pazienti non ospedalizzati, con patologia lieve o moderata, che rientrano nei criteri di eleggibilità stabiliti dall’Agenzia italiana del farmaco.

L’individuazione dei centri prescrittori ottempera agli obblighi previsti dalla normativa nazionale, ai fini della prescrizione dei medicinali a carico del Sistema sanitario nazionale.

Gli altri sono: Malattie Infettive presidio ospedaliero di Sanremo; Malattie Infettive presidio ospedaliero San Paolo di Savona; Malattie Infettive presidio ospedaliero S. Andrea di La Spezia; ospedale Policlinico San Martino e la clinica Malattie infettive.

Sono stati consegnati anche in Liguria 75 flaconi di anticorpi monoclonali pervenuti nei centri di ricezione e distribuzione identificati.

“Sono orgogliosa che sia stato attribuito alla mia struttura il coordinamento logistico e l’interfaccia con le Autorità centrali e il Ministero della salute – sottolinea Barbara Rebesco, direttore Politiche del farmaco di Alisa -. Grazie alla sinergia tra medici ospedalieri e Medici di medicina generale, che hanno la responsabilità di selezionare i pazienti eleggibili, l’utilizzo di questo farmaco innovativo ci permetterà di avere un’arma in più nella cura della malattia da Covid-19”.

“In collaborazione con il Diar Malattie Infettive, coordinato dal professor Matteo Bassetti, stiamo redigendo il protocollo operativo regionale per garantire il coinvolgimento dei Medici di famiglia e delle squadre GSAT (Gruppi Strutturati di Assistenza Territoriale) che avranno il compito di individuare e selezionare i pazienti da indirizzare ai centri specialistici ospedalieri per la prescrizione e la somministrazione degli anticorpi monoclonali”.

Al fine di garantire la massima sicurezza del paziente, è previsto che il trattamento con anticorpi monoclonali sia somministrato nell’ambito di una struttura ospedaliera o comunque in setting che garantiscano una pronta e appropriata gestione di eventuali reazioni avverse.

Il coordinamento scientifico è attribuito ad Alisa, insieme al Diar Malattie infettive, al fine di assicurare il monitoraggio della sicurezza e dell’efficacia di questi farmaci e l’uniformità del processo a livello regionale.

leggi anche
  • Esempio nazionale
    Covid, oggi il primo paziente trattato con anticorpi monoclonali in Liguria
  • Scorte
    Coronavirus, anticorpi monoclonali: arrivati in Liguria 75 flaconi
  • Strategia
    Covid, Toti: “Acquisteremo anticorpi monoclonali se sarà consentito alle Regioni farlo direttamente”
  • Sperimentazione
    Covid, in Liguria i primi 4 pazienti trattati con anticorpi monoclonali
  • Scorte
    Covid, in Liguria in consegna 239 fiale di anticorpi monoclonali
  • Trattamento
    Covid, somministrata all’ospedale di Albenga la prima dose di anticorpi monoclonali dell’Asl2

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.