Struttura

Direttore di Marina di Alassio: il CdA richiede una consulenza legale esterna

Dopo la condanna penale di primo grado rischia una sanzione disciplinare che il consiglio dovrà valutare

marina di alassio

Alassio. Si è tenuta ieri la riunione del consiglio di amministrazione della Marina di Alassio. Il Comune, socio di maggioranza della Marina Spa (con l’80%) e il Cnam (con il 20%), avevano infatti chiesto di valutare la posizione del direttore della Marina di Alassio spa, Marino Agnese, dopo la condanna penale di primo grado.

Il dipendente rischia una sanzione disciplinare ai sensi dell’articolo 7 dello statuto dei lavoratori e del contratto collettivo nazionale applicato in azienda, la cui valutazione spetta al CdA che ha dichiarato di avvalersi all’uopo anche di una consulenza legale esterna.

Con l’occasione, anche per aumentare la resilienza della società in una situazione particolarmente critica come quella dell’attuale crisi Covid, Comune e Cnam, che detengono il 100% delle azioni della società, hanno chiesto una revisione del funzionigramma e dell’organigramma aziendale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.