Covid, Pastorino (Linea condivisa): "60mila dosi in meno per i vaccini AstraZeneca" - IVG.it
Preoccupazione

Covid, Pastorino (Linea condivisa): “60mila dosi in meno per i vaccini AstraZeneca”

I numeri del taglio per la campagna di vaccinazioni

Liguria. Sono scese da 86.000 a 26.000 le dosi di vaccino AstraZeneca che verranno consegnate alla Liguria. Ad affermarlo è il vicepresidente della Commissione II “sanità e sicurezza sociale” Gianni Pastorino.

“Veniamo a conoscenza di questo fatto increscioso al concludersi di due giorni di consiglio straordinario sul piano vaccinale – commenta il capogruppo di Linea Condivisa Pastorino – Un consiglio inutile, durante il quale il presidente Toti non ha risposto a nessuna delle questioni sollevate dall’opposizione e in cui, soprattutto, non ha condiviso con l’aula questa notizia sulle consegne dei vaccini. Notizia che, in qualità di presidente e di assessore alla sanità, presumibilmente sapeva già”.

“Ne consegue che tutta la propaganda fatta da Toti, e anche dal sindaco di Genova Marco Bucci che si vanta della postazione per i vaccini ricavata al padiglione Jean Nouvel, sull’efficienza del piano vaccinale ligure e sulle previsioni in merito alle persone vaccinate giornalmente andrà clamorosamente delusa – prosegue Pastorino – Vorrei sapere da lunedì cosa diremo alle circa 40mila persone che risultano adesso prenotate”.

“La capacità mediatica di Toti riuscirà probabilmente a nascondere l’ennesimo flop di cui questa regione si rende responsabile – conclude Pastorino – ma i fatti sono questi: tutte le regioni stanno subendo ritardi e tagli nella distribuzione dei vaccini, ma la Liguria è stata e resta un fanalino di coda per numero di vaccini inoculati. Il nostro piano vaccinale è caratterizzato da una totale disorganizzazione, e questo Toti non può nasconderlo né negarlo”.

leggi anche
  • "guerra"
    Caos vaccini per il taglio AstraZeneca, medici contro la Regione: “Le nostre dosi ai privati”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.