Covid, la variante inglese irrompe negli asili e nelle scuole: misure preventive - IVG.it
Casi positivi

Covid, la variante inglese irrompe negli asili e nelle scuole: misure preventive

Il caso di una ragazza all'Alberghiero di Alassio, chiuso l'asilo nido di Albenga

Ponente. La variante inglese del Covid comincia a preoccupare per la sua diffusione in asili e scuole del savonese. Negli ultimi giorni e settimane si sono registrati i primi casi accertati, che hanno costretto a chiusure e quarantene preventive, misure adottate secondo i protocolli sanitari previsti.

L’Alberghiero di Alassio ha ripreso l’attività solo oggi, dopo che nella settimana precedente era stata disposta la Dad per un caso riconducibile alla variante inglese che ha riguardato una ragazza dell’istituto superiore alassino. Non appena è stata rilevata la positività della studentessa sono state messe in atto le azioni preventive da parte della Asl 2 e del coordinamento della scuola superiore.

A seguito delle verifiche e del tracciamento, si è poi scoperto che la ragazza non frequentava più le lezioni già da due settimane, per questo da oggi l’attività è ripresa regolarmente.

“Inoltre, è stata eseguita una sanificazione a tappeto di tutte le aule, laboratori e luoghi scolastici” aggiunge l’assessore alla pubblica istruzione Fabio Macheda, che in questi giorni ha seguito la situazione sanitaria assieme alla Provincia di Savona responsabile per gli istituti superiori del savonese.

“Fortunatamente nessun cluster, tuttavia resta alta l’attenzione per le varianti e la loro possibile incidenza in ambiente scolastico e tra i giovani” conclude l’assessore alassino.

Chiuso, invece, l’asilo nido comunale di Albenga a seguito di tre casi positivi, due maestre e un addetto del personale che gestisce la struttura ingauna. A seguito dei contagi certificati dai tamponi, immediata la disposizione di chiusura totale come stabilito dal protocollo sanitario.

Altra criticità si è registrata all’asilo nido di Boissano, rimasto chiuso per dieci giorni per un caso positivo che ha interessato, però, solo un genitore. Nessuno dei bimbi è risultato positivo e dopo la quarantena preventiva la struttura ha riaperto i battenti, anche in questo dopo una sanificazione dei locali.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.