Covid, Figliuolo: "Somministrino vaccino anche biologi, ostetriche e tecnici di laboratorio" - IVG.it
Ampliamento platea

Covid, Figliuolo: “Somministrino vaccino anche biologi, ostetriche e tecnici di laboratorio”

"Previsioni forniture vaccino per il mese di aprile confermano il trend attualmente in crescita"

Liguria. L’obiettivo è quello di conseguire la vaccinazione dell’80% della popolazione entro il 30 settembre di questo anno, allargando la platea dei somministratori di vaccini anti-Covid anche a biologi, ostetriche, tecnici di laboratorio.

A dirlo è Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, ascoltato nelle commissioni Affari Sociali riunite di Senato e Camera. “Le stiamo pensando tutte col ministro Speranza, se vogliamo esser pragmatici, si accettano piccoli rischi a beneficio di un bene supremo” ha detto, specificando però che “i somministratori dovranno avere requisiti minimi”.

“Siamo di fronte ad un cambio di passo nella campagna vaccinale che sta portando i primi risultati – ha aggiunto Figliuolo -: le forniture complessive di vaccini nel solo mese di marzo ammontano a oltre 7,6 milioni di dosi, sul totale di 14,2 milioni realizzato nel primo trimestre”.

“Il rateo ideale di vaccini da raggiungere, a regime, è fissato in almeno 500 mila somministrazioni al giorno, per ottenere l’immunità di gregge entro la fine di settembre. Le previsioni circa le forniture di vaccini per il mese di aprile – ha concluso – confermano il trend attualmente in crescita, con oltre 8 milioni di dosi in arrivo, 400 mila delle quali del tipo Johnson&Johnson”.

Per quanto riguarda le categorie da vaccinare, il commissario Figliuolo commenta: “Adottiamo un criterio il più possibile rigoroso e scientifico. Se allarghiamo alla grande e piccola distribuzione, ai postini, agli operatori ecologici allora che succede con i fragili, gli over 80?“. L’obiettivo resta quindi quello di “mettere in sicurezza i più fragili e anziani, chi, una volta presa la malattia rischia di più. Io ascolto, ma non siamo in grado di soddisfare tutte le richieste, altrimenti dovremmo avere 20 mln di vaccini al giorno e 50mila posti di inoculazione”.

leggi anche
  • La lista
    Vaccino Covid, da lunedì anche in farmacia: ecco dove sarà somministrato
  • Alternativa
    Covid, Ciangherotti (FI): “Diamo alle farmacie la possibilità di vendere il vaccino”
  • Preoccupazione
    Rabbia di una figlia in attesa del vaccino a domicilio per il padre: “Se prende il Covid, muore”
  • Nessun problema
    Vaccino Covid, via alle prenotazioni per la fascia 79-75 anni: quasi 8000 richieste in mezz’ora
  • Scelta
    Covid, “vaccino obbligatorio per il personale sanitario”: consiglio regionale approva documento
  • Fallimento
    Vaccino Covid, minoranze in Regione: “Quasi 90 mila dosi non utilizzate. Il piano è da rifare”
  • Bollettino
    Covid, tensione per il savonese: altri 126 casi di positività e 8 morti
  • Prossimi 8 giorni
    Vaccino Covid, nei prossimi giorni saranno chiamati gli insegnanti non residenti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.