Contrari

Chiusura scuole superiori, Leu e Linea Condivisa: “Decisione devastante per famiglie e ragazzi”

Luca e Gianni Pastorino: "Non si spiega dati i numeri liguri"

Liguria. “Una scelta inopportuna, per le famiglie e per i ragazzi, anche alla luce dei numeri liguri”. Così Luca Pastorino, deputato ligure di LeU e segretario di Presidenza alla Camera, e Gianni Pastorino, capogruppo di Linea Condivisa in Regione, commentano la decisione del presidente Toti di chiudere le scuole superiori. 

Dall’8 marzo, infatti, gli studenti saranno costretti di nuovo alla didattica a distanza al 100%. Una misura che, secondo Toti, doveva essere presa per prudenza, a causa del continuo aumento dei contagi proprio nella fascia di età 13-19 anni.

Ma non sono d’accordo il deputato e il consigliere regionale: “Siamo stupiti, una decisone inaspettata e una misura che pagheranno in modo devastante sia le famiglie sia le ragazze e i ragazzi liguri che avevano ripreso una pseudo vita normale seppur nel rispetto delle regole”. 

L’ordinanza è stata firmata oggi pomeriggio e sarà valida fino alla fine della prossima settimana. 

leggi anche
  • Preoccupazione
    Lockdown e scuole chiuse, gli adolescenti compiono più reati: “Campanello d’allarme, bisogna aiutarli”
  • Intervista
    Covid in crescita tra i giovani, Gaiero: “A Savona non aumentano ricoveri ma sale malessere psicologico”