Rapina in una gioielleria di Albenga, caccia a due banditi - IVG.it
Colpo fulmineo

Rapina in una gioielleria di Albenga, caccia a due banditi fotogallery

Sul posto i carabinieri per le indagini e i rilievi: l'allarme scattato da una cliente che stava per entrare con una bambina

Albenga. Rapina nel pomeriggio di oggi ad una gioielleria di via Genova ad Albenga.

Secondo quanto appreso, poco dopo le 16 e 30, due uomini con volto in parte travisato da mascherina hanno fatto irruzione all’interno di “Artigianoro” e si sono fatti consegnare dei preziosi contenuti nell’esercizio. Una volta arraffato il bottino si sono rapidamente dileguati a piedi, facendo perdere le proprie tracce.

Poco dopo è scattato l’allarme: sul posto sono intervenuti i carabinieri, che stanno svolgendo le indagini e primi accertamenti sull’accaduto.

Stando ad una prima ricostruzione, una donna assieme ad una bambina stava entrando nella gioielleria ingauna, dentro ha visto i due uomini, uno di corporatura robusta e un altro più magro, con la titolare che si agitava per chiedere aiuto. La potenziale cliente dell’esercizio ha capito che era in corso una rapina ed ha subito allertato i carabinieri.

La titolare, Daniela Caraffi, è stata percossa da uno dei rapinatori che la teneva ferma per un braccio: per questo è arrivata una ambulanza e, per lo spavento e lo shock, sarà trasportata in ospedale. In un primo tempo, in relazione alle prime sommarie informazioni, sembrava che i due fossero armati di coltello, invece sono entrati e hanno immobilizzato la donna dietro al bancone dell’esercizio per arraffare gli oggetti preziosi disponibili. 

I militari sono ora impegnati a raccogliere ogni elemento utile per risalire ai responsabili, che sarebbero fuggiti nei vicoli. Al vaglio le immagini delle telecamere interne così come di quelle esterne e del comprensorio. Inoltre, dai rilievi i carabinieri sperano di trovare qualche traccia lasciata dai banditi nella fasi del colpo. Dalla testimonianza della titolare pare che la coppia di rapinatori fosse originaria dell’Est europeo.

Il bottino ammonta a circa 1.000 euro, secondo una prima stima: una rapina fulminea, quindi, anche perché i due malviventi hanno compreso che era scattato l’allarme, con alcune persone notate fuori dalla gioielleria.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.