Riconoscimento

Albissola, consegnato il premio “Senza Rossetto” a Grazia Arnese Grimaldi: era stata deportata in Libia

"Da tanto dolore ne è nata una donna forte, piena di gioia di vivere e di passione"

Generica

Albissola Marina. Nel pomeriggio di ieri, lunedì 8 marzo, il sindaco Gianluca Nasuti e la vicesindaco Nicoletta Negro hanno reso omaggio a una cittadina d’onore quale è Grazia Arnese Grimaldi che, all’età di 7 anni è stata strappata alla famiglia e deportata insieme ad altri 6000 bimbi italiani in Libia.

“Da tanto dolore ne è nata una donna forte, piena di gioia di vivere e di passione, una bellissima storia di riscatto che lei da anni continua a raccontare nelle scuole di ogni ordine e grado, perché l’infanzia non deve essere negata a nessun bambino e perché la forza di una donna può davvero cambiare il corso degli eventi” afferma l’amministrazione comunale albissolese.

Grazia Arnese Grimaldi ha così ricevuto il “Premio senza rossetto 2020”, consegnato con un anno di ritardo causa Covid, “in un Comune deserto per tutelare la sua salute, ma non per questo meno sentito” concludono dall’amministrazione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.