Un altro episodio

Albenga, pitbull senza guinzaglio aggredisce un altro cane: proprietari identificati grazie ad un appello

Si sono scusati e resi disponibili a pagare le cure mediche

Albenga. E’ accaduta alle ore 18 in regione Bellotte a Campochiesa, l’ennesima aggressione da parte di un pitbull di colore scuro lasciato libero di gironzolare dai proprietari. Un’aggressione feroce contro un altro cane tenuto regolarmente al guinzaglio. 

“E’ stato aggredito al collo e ha mollato la presa solo dopo l’intervento dei suoi padroni che, a calci e pugni, sono riusciti a staccarlo dal mio cane – racconta Mauro – Mio padre l’ha portato con urgenza dal veterinario perché perdeva molto sangue dal collo e non si è fatto dare il nominativo dei padroni del pitbull”. 

Da qui è partito l’appello di Mauro per cercare di identificare i proprietari del cane specificando che, nel frattempo, avrebbe sporto regolare denuncia presso la caserma dei carabinieri. 

A seguito di questo appello – già ieri sera – il proprietario del pitbull si è fatto vivo con Mauro scusandosi per quanto successo. Si tratta di un giovane che si è detto dispiaciuto per l’accaduto e che si è offerto di pagare le spese del veterinario. 

Dall’aggressione il lupetto aggredito ha riportato diverse lesioni, come spiegato dal veterinario, dott. Pareto, al proprietario del cane. Questa mattina sarà operato per suturare una profonda ferita alla trachea dovuta dal morso dal peso di un quintale, presenta inoltre una lesione ad una zampa.

Sono in tanti negli ultimi mesi a denunciare che i propri cani sono rimasti vittime di aggressioni e ormai gli episodi si moltiplicano (qui ve ne avevamo raccontato uno), a dimostrazione che purtroppo non tutti coloro che possiedono un pitbull sono coscienti che devono essere custoditi con la massima attenzione e tenuti al guinzaglio.

Più informazioni
leggi anche
  • Senza guinzaglio
    Azzanna un altro cane e ferisce il padrone. Il veterinario: “Chi ha un pitbull si crede un padreterno”