IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Zona arancione, Toti alle minoranze: “Chiesta diversificazione della provincia imperiese”

Il governatore risponde alle accuse delle minoranze

Liguria. “Se la Liguria passa in fascia arancione e grazie alla politica della premiata ditta Boccia-Speranza, entrambi esponenti della sinistra. Come Regione abbiamo proposto al Cts, purtroppo inascoltati, una diversificazione della provincia imperiese. Se dopo 12 mesi di pandemia gli esponenti della minoranza non hanno capito che gli interventi fatti tre giorni prima danno risultati 10 giorni dopo, francamente non sappiamo più come spiegarglielo”.

Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti risponde alla polemica delle minoranze sulle responsabilità del passaggio della Liguria in fascia arancione.

“Già questa mattina ho firmato un’istanza urgente indirizzata al presidente del Consiglio Draghi perché dia subito un forte segnale di discontinuità col passato – aggiunge Toti – e, mantenendo sempre altissima l’attenzione per evitare il diffondersi del virus, recepisca le esigenze anche economiche delle nostre attività di ristorazione posticipando di 24 ore il passaggio della nostra Regione in fascia arancione”.

“Invece di sollevare inutili e pretestuose polemiche, sarebbe apprezzabile che anche le opposizioni sostenessero questa richiesta, nell’interesse dei liguri”, conclude Toti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.