Lavori in corso

Zinola, sulla spiaggia bar e nuovi servizi: un piccolo gioiello per savonesi e turisti

Nasce un polo di aggregazione che si inserisce e completa le strutture e le attività esistenti

Savona. Zinola è uno di quei posti cari ai savonesi, non solo a quelli che abitano nel quartiere. I giardini verso il mare e la spiaggia costituiscono una risorsa preziosa, un’attrazione, e completano la zona degli impianti sportivi.

L’ultimo tassello è la realizzazione di un chiosco bar (ma è persino riduttivo chiamarlo così) che brilli di luce propria ma sia anche a servizio della spiaggia libera, bene prezioso per tutti (è molto gettonata da famiglie con bambini) e anche richiamo turistico. Sarà realizzato grazie a un accordo con il Comune avviato dalla precedente amministrazione e portato avanti da quella attuale, a carico dell’Autorità Portuale per un costo di quasi 800 mila euro. I lavori sono iniziati da un paio di mesi e – salvo imprevisti – saranno terminati verso la fine di luglio.

Spiega Paolo Canavese, direttore dell’Ufficio territoriale di Savona dell’Autorità di Sistema del Mare Ligure Occidentale (il nome dell’ente portuale da quando i genovesi ce lo hanno “scippato”): “Il chiosco bar vuol essere un servizio, senza dubbio, ma anche un punto di aggregazione. Prevede un’ampia veranda, docce e servizi igienici utili anche per la spiaggia libera, è costruito con materiali ecosostenibili e dotato di pannelli solari. Un progetto che crediamo possa definirsi innovativo e che tra l’altro si inserisce nel percorso della pista ciclabile che dovrà unire le cittadine costiere”. Un vero gioiellino, insomma.

La gestione sarà affidata grazie a un’evidenza pubblica. Ancora Canavese: “Sono molti i criteri di cui si terrà conto, perché dobbiamo ovviamente agire come Pubblica Amministrazione. Gli aspiranti gestori dovranno indicare le attività che intendono svolgere e i servizi che intendono prestare, l’arredamento che sceglieranno e prendersi carico di docce e servizi igienici, tenendo conto che il tutto stia in piedi dal punto di vista economico trattandosi di un esercizio soprattutto estivo”.

“Il canone terrà conto anche di questo. Pensiamo che potrà interagire con le attività esistenti per dare a Zinola un’opportunità in più” conclude.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.