IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Violenza sulle donne, a San Valentino polizia e ragazzi fanno prevenzione con “Questo non è amore” foto

Questore di Savona: "Nessun aumento dei casi, ma la cronaca recente dimostra la necessità di dover fare educazione alle emozioni"

Savona. Nel 2020 con la pandemia e la convivenza obbligata a casa delle coppie (anche in crisi) non c’è stato un aumento dei casi di violenza sulle donne anche nel savonese.

Violenza sulle donne, a San Valentino polizia e ragazzi fanno prevenzione

A dirlo è il questore della Polizia di Stato di Savona Gianna Roatta che, in occasione della festa di San Valentino, ha colto l’occasione per presentare “…questo non è amore”, la campagna nazionale permanente della Polizia di Stato contro la violenza di genere. Lanciando la campagna, il questore ha presentato anche il progetto sviluppato con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale e di Noberasco spa, importante azienda del territorio con sede nel comune di Carcare, e che ha coinvolto alcuni istituti superiori del capoluogo e della provincia.

Ed è proprio per diffondere i sani valori dell’amore e combattere a fianco delle donne e contro la violenza di genere che è nata questa iniziativa che si inserisce all’interno della campagna nazionale avviata dalla Polizia di tutta Italia.

“Se ti controlla il telefono non è amore”, “Se il tuo parere è importante, è amore”: sono messaggi come questi, realizzati dai ragazzi delle scuole superiori della provincia, che sono stati impressi in bigliettini e in un video ad hoc per San Valentino.

Il questore di Savona, nonostante il savonese non registri dati negativi per interventi e richieste di aiuto da parte di donne “incatenate” in una relazione nociva, ci tiene a dire che “il problema continua ad esistere come ci dimostrano i casi di cronaca recenti, per questo è bene fare prevenzione agendo sulle nuove generazioni perché dobbiamo fornire loro gli strumenti giusti per vivere una relazione di coppia e di genere sana”.

Il questore ha aggiunto: “Consapevoli della necessità di agire sulla sensibilizzazione delle giovani generazioni e sull’educazione delle emozioni, partendo dal presupposto che lo strumento principale per contrastare il fenomeno della violenza di genere sia la cultura del rispetto, si è pensato di coinvolgere le scuole in una riflessione sui comportamenti, utilizzando i linguaggi a loro più congeniali. Preziosa è stata la collaborazione del dottor Clavarino, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale e dei vertici della Noberasco spa, che hanno aderito subito e con entusiasmo al nostro progetto”.

Violenza sulle donne, a San Valentino polizia e ragazzi fanno prevenzione

“È importante agire sull’educazione, sull’educazione alle emozioni – sottolinea Roatta – per offrire anche un esempio per le generazioni più adulte. Per problemi come questo infatti per far sì che il fenomeno venga arginato bisogna fare in modo che tutti possano aiutare e dare la corretta educazione”.

“Siamo onorati di essere stati coinvolti dalla Questura di Savona su questo progetto per il sociale, esempio di positiva sinergia fra istituzioni e aziende. Da sempre crediamo nei corretti stili vita: quelli sostenibili, etici, civici e morali – afferma Mattia Noberasco, Ad Noberasco Spa – e prosegue così come ci credono i ragazzi che hanno contributo all’iniziativa attraverso i loro messaggi da cui emerge impegno e sensibilità”.

Gli studenti sono stati invitati a riflettere ed analizzare i comportamenti che, all’interno di una dinamica di coppia, possono essere considerati in positivo od in negativo. Abbiamo chiesto loro di scrivere una breve frase o una parola chiave, attraverso il linguaggio dei post e dei brevi messaggi sui social su cosa è per loro amore e cosa invece non lo è e sui comportamenti conseguentemente da evitare.

I ragazzi hanno dimostrato sensibilità e profondità nei loro pensieri, talvolta curiosi, rispondendo con entusiasmo alla nostra iniziativa. Sono stati coinvolti 4 Istituti e circa 40 classi per un totale di un migliaio di studenti, in un periodo non semplice della loro vita scolastica, avendo iniziato da poco la didattica in presenza.

Tutte le frasi sono stati poi analizzate da una “commissione” di cui hanno fatto parte componenti, istituzionali e non, tra gli attori a vario titolo coinvolti nel progetto. Non è stato affatto semplice scegliere le frasi ritenute più significative tra tutte quelle pervenute, a dimostrazione che l’attenzione al problema è alta ed anche la consapevolezza nelle giovani generazioni del necessario ed imprescindibile processo di eliminazione della piaga della violenza di genere; le più significative sono state stampate ed allegate alla confezione di un prodotto di punta dell’azienda Noberasco che sarà distribuito in quegli istituti. In considerazione poi del valore degli elaborati, abbiamo deciso di pubblicarli tutti sulla pagina Facebook della Questura.

Le frasi selezionate sono le seguenti.

Istituto Superiore “Mazzini – Da Vinci” Savona
Se il tuo parere è importante …. è amore – Asia 4^ D
Mi ha fatto male, ma ha promesso che non lo farà più …. non è amore – Samuele 4^ D

Liceo Scientifico “Grassi” Savona
Se ti aiuta a spiegare le ali… è amore – Carolina 3^A
Se ti umilia davanti agli altri… non è amore – Andrea 3^e
Se gli schiaffi li dà solo alla palla… è amore – Giulia 4^E

Liceo “Calasanzio” Carcare (SV)
Se ti controlla il telefono… non è amore – Gaia 2^A Lic Scientifico
Se gioca con te, ma non ti considera un gioco… è amore – Licia 1^A Scientifico
Se sorride insieme a te… è amore – Sveva 1^ E Lic. Linguistico
Se ti dice “mandami la foto di come ti vesti”… non è amore – Virginia 5^E Lic. Linguistico

Istituto Superiore “Ferraris Pancaldo” Savona
Se si vanta tra amici… non è amore – Leonardo 2 AN
Il rispetto non ha genere… è amore – Mattia 5^F
Con la minigonna tela cerchi… non è amore – Stefano 3^ L

Altre frasi di particolare rilievo.

Se preferisce te alla PLAY… è amore – Giulia
Se ti chiede se hai mangiato… è amore – Giulia
Se ti lascia guardare la serie A… è amore – Michael
Quando ti fa vedere il Genoa il sabato sera… è amore – Lorenzo
Se ti mette a dieta… non è amore – Arianna
Se ti lascia la fetta di torta più grande… è amore – Vanessa
Se hai il raffreddore e ti fa il the… è amore – Maris
Se ti porta al MC… è amore – Ginevra
Se dopo una giornata difficile ti fa i grattini… è amore – Samuele
Se ti incoraggia dopo che prendi un’ insufficienza… è amore – Sandro
Quando mi lascia guardare gli anime… è amore – Edoardo
Se ti porta il sushi quando sei triste… è amore – Margherita
Se cucina per te… è amore – Giacomo
Se ti porta la colazione a letto… è amore – Tommaso
Se senti sempre le farfalle… è amore – Ilaria
Quando ti fa da psicologo… è amore – Alessia
Quando cantate insieme… è amore – Ilaria
Se si paga una volta per uno… è amore – Alessia
Se ti da la buonanotte… è amore – Giulio
Se ti fa stare sulla parte interna del marciapiede e non dal lato della strada… è amore – Lucrezia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.