A un palmo

Una “nebbia dal mare” avvolge il savonese: ecco la “caligo” fotogallery

Si verifica soprattutto nel periodo tardo invernale e primaverile

Provincia. Qualcuno di fronte a questa di nebbia molto compatta ha ipotizzato potesse essere in corso un incendio di (molte) vaste dimensioni. Altri, scartata l’ipotesi più catastrofica, hanno pensato di trovarsi curiosamente proiettati nella pianura padana, “patria italiana” della nebbia in quasi ogni stagione dell’anno. Ma gli abitanti più avvezzi e abituati al clima locale sanno che “il fenomeno” che oggi ha interessato buona parte della riviera savonese altro non è che la “caligo”.

Nonostante la giornata assolata e dalle temperature deliziosamente miti, nella gran parte della provincia di Savona si è formata una densa coltre di nuvole basse a partire dal livello del mare fino ai rilievi del primo entroterra. Si tratta della “caligo”, come detto, cioè la “nebbia dal mare” che si verifica soprattutto nel periodo tardo invernale e primaverile. E’ provocata da un flusso mite, da sud, ma con la superficie marina che risulti fredda, in modo tale da raffreddare il più possibile gli strati bassi dell’atmosfera immediatamente prossimi al contatto con la superficie del mare.

L’acqua marina al contatto con l’aria mite in scorrimento sopra la superficie evapora e tende a condensare rapidamente formando piccolissime gocce di vapore; se la temperatura dell’aria raggiunge il punto di rugiada si forma la nebbia che viene sospinta sulle coste dalle brezze di mare.

Più informazioni
leggi anche
  • Previsioni
    Meteo, la Liguria ancora nella morsa di caligo: tempo più sereno nell’entroterra
  • Da film
    “Domani possibile ritorno della Caligo”: la “nebbia che viene dal mare”, tra scienza e leggenda

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.