IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tutelare il comparto balneare: “Concessioni fino al 2033”

Ordine del giorno approvato all'unanimità in Consiglio regionale

Liguria. Approvato all’unanimità un ordine del giorno, sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta, vista la gravissima situazione in cui versa il comparto balneare, a mettere in atto tutte e azioni necessarie affinché il governo difenda la legge 145 del 2018, onorando gli impegni assunti nei confronti del comparto balneare italiano, che è composto da 30 mila piccole e medie aziende, in gran parte di tipo famigliare.

Il documento, inoltre, chiede di portare la problematica all’attenzione della Conferenza Stato-Regioni affinché il Governo difenda in sede europea l’estensione delle concessioni marittimo demaniali previste dalla legge 145 avviando la contestuale riforma del demanio marittimo senza la quale non è possibile stabilire i termini di applicazione della Direttiva Bolkestein al comparto balenare.

“Il Consiglio regionale della Liguria, su spinta della Lega, ha ribadito all’unanimità che l’unica norma da applicare per le concessioni balneari è la Legge Centinaio, che prevede l’estensione al 2033 – hanno dichiarato i consiglieri regionali della Lega Liguria -. Appena ricevuta la notizia della messa in mora dell’Italia agli inizi di dicembre avevamo depositato per primi un ordine del giorno”.

“Il Consiglio regionale ha quindi dato mandato al presidente e alla giunta di mettere in atto tutte le azioni necessarie affinché il Governo dia completa applicazione alla legge n.145/2018 e difenda in sede europea le estensioni marittimo demaniali previste dalla norma in vigore. In Liguria finalmente anche Pd e M5S, gli stessi partiti che a Roma nulla hanno fatto per la proroga delle concessioni, hanno approvato l’ordine del giorno votato oggi in aula”.

“Confidiamo ora che la la risposta che il Governo dovrà inviare alla UE ribadisca la difesa della Legge Centinaio e sostenga il comparto delle imprese balneari con l’estensione fino al 2033 delle concessioni demaniali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.