IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Terminati i lavori in Sala Rossa, il sindaco Caprioglio: “Cuore pulsante di attività culturali e sociali” foto

Il costo totale dell'intervento è stato di 80 mila euro di cui 64 mila di finanziamento regionale e 16 mila di cofinanziamento.

Savona. E’ stata inaugurata oggi, venerdì 19 febbraio, la nuova Sala Rossa di Palazzo Sisto a Savona, di recente oggetto di alcuni importanti interventi di riqualificazione ed efficientamento tecnologico.

Al momento dell’effettiva entrata in funzione del municipio, nel 1936, il grande locale era chiamato Sala delle Adunanze. La sala, nonostante la sua spaziale monumentalità aveva finiture semplici e austere e un arredo essenziale. Il locale svolse effettivamente l’attività di sala delle adunanze per soli nove anni, dal 1936 al 1945, anche se con l’entrata in guerra dell’Italia, nel giugno del 1940, e ancor più dopo l’otto settembre 1943, l’attività amministrativa si ridusse notevolmente.

Dopo la Liberazione e fino alla fine degli anni ottanta, la sala venne utilizzata come sede del consiglio comunale, alternativamente al salone d’onore. In quest’ultimo salone i consigli comunali venivano svolti nei mesi caldi, mentre nei mesi freddi si svolgevano nell’ex Sala delle Adunanze. L’alternanza stagionale dei saloni fu dettata dalle rimostranze della minoranza che, dando le spalle alle vecchie finestre del Salone, rivolte a Nord, si lamentava degli spifferi provenienti dall’esterno e dello scarso riscaldamento. Con la sostituzione dei serramenti dell’ex salone, la sala consiliare si insediò stabilmente in quel locale, mentre l’ex Sala delle Adunanze si trasformò nel 1988 nella Sala Rossa, luogo deputato per le manifestazioni culturali.

La forte caratterizzazione del locale, il colore dominante rosso, le finiture più vistose, la moquette al posto del pavimento in legno, l’ambiente più accogliente finirono per trasformare il locale nel salotto della cultura savonese, un valore aggiunto per l’amministrazione comunale.

La Sala Rossa è un grande vano di forma rettangolare; ha una superficie di 102 metri quadrati circa, le l’altezza massima della sala è di 5,90 metri.

Nel 2020-2021 il Comune avvia i lavori di restauro e di riqualificazione della Sala. I lavori investono molti elementi della Sala: tolta la vecchia e consunta moquette grigia, viene ricostruito il pavimento in legno in rovere tradizionale massiccio, con una composizione grafica a riquadri; restaurate le tende in velluto, la carta da parati damascata, le porte e i serramenti in legno con i vetri cattedrale; viene installato un impianto video e migliorata l’alimentazione di nuove attrezzature multimediali , migliorando l’offerta di prese elettriche e dati.

Il pavimento in rovere massiccio, levigato, stuccato e trattato con vernice all’acqua, è stato una scelta motivata per non contribuire all’eccesso di decorazione della sala, per favorire l’illuminazione della stessa e per creare un labile ricordo presente del pavimento passato. Le due grandi porte in rovere sono state restaurate e lucidate. Completamente restaurate le cinque grandi finestre ad arco. I vetri cattedrale gialli o bianchi (del lunotto) mancanti o lesionati sono stati sostituiti con altrettanti vetri uguali realizzati da vetreria specializzata.

Sono stati lavati e restaurati i tendaggi e la mantovana in velluto poliestere rosso, resistenti al fuoco di classe 1, sostituiti la barra di scorrimento e i relativi ganci, con meccanismi similari adatti a tende di peso notevole. La carta da parati in velluto è stata restaurata eliminando strappi e parti mancanti. Revisionato l’impianto stereo e i terminali dell’impianto elettrico, la sala è stata dotata di un nuovo impianto video che garantirà una buona visibilità da parte degli spettatori, con l’installazione di un monitor Tv grande schermo, posto su carrello mobile. Inoltre è stata migliorata l’alimentazione di nuove attrezzature multimediali, con l’offerta di prese elettriche e dati.

Le opere hanno comportato un costo di 48 mila euro. Le spese per le attività tecniche amministrative e Iva ammontano a circa 32 mila euro. Il costo totale dell’intervento è stato quindi di 80 mila euro di cui 64 mila di finanziamento regionale e 16 mila di cofinanziamento.

Sala Rossa Savona Restaurata

“Ecco le prime immagini della Sala Rossa restaurata e riqualificata dalla nostra amministrazione grazie alle risorse del Fondo strategico regionale – commenta il sindaco Ilaria Caprioglio – Siamo dispiaciuti di non poterla inaugurare aprendola a tutti i cittadini ma le disposizioni dettate dall’emergenza sanitaria ci hanno imposto un evento da remoto. Siamo, comunque, orgogliosi di aver restituito alla cittadinanza questa storica sala, cuore pulsante di molteplici attività culturali e sociali: tornerà presto il tempo degli eventi e la Sala Rossa sarà pronta, valorizzata ed efficientata tecnologicamente.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.