IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stella, beffa per il sindaco Lombardi: non potrà ricandidarsi per un censimento di 10 anni fa foto

Attualmente il Comune è sotto i 3000 abitanti, cosa che le permetterebbe un terzo mandato; ma per le amministrative la popolazione legale di riferimento sarà quella del censimento 2011, quando gli abitanti erano 3066

Più informazioni su

Stella. Niente terzo mandato per il sindaco uscente di Stella, Marina Lombardi. Dopo le voci dei giorni scorsi che la vedevano intenzionata a ricandidarsi alla guida del paese, arriva la doccia fredda: non potrà farlo. E a decretarlo è un “paletto” abbastanza paradossale: il Comune, che oggi ha meno di 3000 abitanti, nel 2011 ne aveva di più.

Una vera e propria beffa, dunque, per il primo cittadino riconfermato nel 2016 dopo una lunga battaglia contro Vittorio Piccone, vinta con appena 12 voti di scarto. Nei giorni scorsi Lombardi non aveva fatto mistero della propria intenzione di proseguire nella propria attività amministrativa, con una squadra simile a quella attuale. A permetterglielo una norma che consente appunto un terzo mandato ai sindaci dei piccoli Comuni, sotto i 3000 abitanti. E la popolazione attuale è di poco inferiore (2985).

E invece, a quanto pare, la sua “Lista Civica per Stella” dovrà trovare un altro nome su cui puntare. Questo perché, per le elezioni amministrative del 2021 (ad oggi previste per la tarda primavera), a fare fede è la popolazione legale di riferimento indicata nel DPR del 6 novembre 2012. Verrà quindi considerato l’ultimo censimento generale, effettuato nel 2011, quando gli abitanti di Stella erano 3066.

O almeno, questo è quanto spiegato via Pec dall’Ufficio Elettorale della Prefettura di Savona ad alcuni cittadini che chiedevano spiegazioni sul punto, determinante non solo per il discorso del terzo mandato ma anche per altri aspetti (quali ad esempio il numero di candidati che possono comporre le liste elettorali, 10 in un caso e 12 nell’altro).

Ci si baserà dunque sul numero del 2011: di poco superiore a quello attuale (parliamo di meno di 100 persone), ma sufficiente a cambiare totalmente lo scenario. Un vero e proprio paradosso, a pensarci: Stella oggi è a tutti gli effetti un “piccolo Comune”, per tutto (pensiamo ad esempio alle agevolazioni previste in zona rossa per i centri sotto i 3000 abitanti)… tranne che per le elezioni. Per le quali, invece, fa fede una popolazione rilevata 10 anni prima. Nell’epoca del web e dei dati in tempo reale, l’elefantismo della burocrazia è ancora in grado di stupire.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.