IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sottosegretari regionali, Tosi (M5S): “No a un ulteriore sperpero di denaro pubblico”

"La Giunta destini semmai gli oltre 3 milioni ai cittadini che hanno perso il lavoro e le cui attività sono al collasso"

Più informazioni su

Liguria. “Una schifezza intollerabile, quella della nomina dei sottosegretari regionali, di fatto dei “mini-assessori” che questa Giunta vorrebbe introdurre avviando, in Consiglio regionale, un percorso per modificare lo Statuto. Una novità? Macché. Ci avevano già provato anche nella scorsa legislatura. E per spartirsi le possibili poltrone, si sono anche riuniti in un vertice di maggioranza dal quale, come il classico coniglio dal cilindro, ecco spuntare i nomi di chi non ce l’ha fatta a farsi rieleggere nell’ultima tornata elettorale”. Lo dichiara il capogruppo regionale Fabio Tosi.

Che poi aggiunge: “Siamo in piena pandemia da ormai un anno. Una crisi sanitaria che ha innescato una gravissima crisi economica e occupazionale. Per rispondere alla quale, la Giunta che fa? Pensa a sperperare milioni di euro per placare qualche mal di pancia nel centrodestra. O dovremmo forse dire “digiuno” per chi non è stato accontentato nella spartizione delle poltrone di questa XI legislatura. Se la Giunta e i partiti di maggioranza intendono portare avanti con una modifica statutaria del genere, allora vuol dire che la sonda ha trovato vita su Marte”.

“I più o meno 3 milioni di euro di spesa, qualora questa proposta prendesse vita e fosse effettivamente votata dal Consiglio regionale, sarebbero un vero e proprio schiaffo alle centinaia di migliaia di lavoratori che hanno perso il posto nella nostra regione e a tutte le attività che hanno visto crollare i loro fatturati anche del 80-90% in questo ultimo anno. Pensare a un’iniziativa del genere in questo momento storico è pura idiozia”, conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.