IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, protesta in corso Ricci: “Pochi parcheggi residenti”. Santi: “Fatta mediazione tra negozi, residenti e invalidi” foto

L'assessore: "Lo spazio è poco e non si può pensare di avere altri parcheggi"

Savona. “Il Comune preferisce dare la precedenza alle attività commerciali che ai residenti”. E’ così che esordisce un condomino che abita all’inizio di corso Ricci a Savona, nei pressi della rotatoria che permette di collegare il centro savonese, Lavagnola, il Santuario e via Nazionale Piemonte.

“Non riusciamo a trovare parcheggi residenti per via delle aree dedicate al carico-scarico concesse dal Comune per le attività commerciali della zona” continua il condomino, che ha anche consegnato un esposto in Comune sulla problematica.

Nella zona interessata infatti sono presenti 5 stalli dedicati alle attività di carico-scarico di alcuni negozi che si affacciano sulla rotonda. “Effettivamente la segnaletica riservata viene usufruita solo al mattino dalle 6 alle 7, mentre nelle restanti ore viene utilizzata dai clienti delle attività che non possono usufruire del carico-scarico” lamenta una famiglia residente.

L’assessore Pietro Santi afferma che si è recato nella zona “tre o quattro volte per poter analizzare la situazione e trovare una mediazione tra le esigenze dei residenti, delle attività commerciali e di alcune persone con invalidità”. In zona infatti oltre i parcheggi per i residenti e per le attività commerciali sono presenti anche due spazi disabili, per poter offrire un servizio necessario alle persone che ne hanno bisogno.

“Lo spazio è poco e non si può pensare di avere altri parcheggi – afferma Santi – Mi sono sempre interessato alla vicenda per trovare una giusta mediazione alle esigenze di tutti, come realizzare anche un passaggio pedonale utile con il permesso di tutti i condomini” conclude.

Infine, il comandante della polizia locale di Savona, Igor Aloi, assicura che nell’area “sono state effettuate diverse sanzioni per auto in seconda fila o che usufruiscono del carico e scarico merci nonostante non ne abbiano bisogno” e che i controlli continueranno a svolgersi.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.