IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Penali del contratto di servizio con Trenitalia troppo basse”, botta e risposta in Consiglio regionale

Interrogazione del consigliere Luca Garibaldi e replica dell'assessore Berrino

Liguria. Il consigliere regionale Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dai colleghi del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta di rinegoziare il Contratto di Servizio per garantire condizioni più favorevoli all’utenza.

Il consigliere ha rilevato che il montante massimo per l’erogazione delle penalità, che potrà essere richiesto a Trenitalia nel 2019, è di 2 milioni 471 mila euro, cioè un milione e 525 mila euro inferiore al totale delle penali quantificate per il 2019.

L’assessore ai trasporti Gianni Berrino ha ricordato che nel precedente contratto di servizio le penali che venivano comminate erano costantemente annullate perché Trenitalia veniva premiata per la puntualità.

“Nel 2018 – ha aggiunto – abbiamo preteso per primi la puntualità anche nelle stazioni intermedie e abbiamo concordato che ci fosse un tetto, che sembrava spropositato rispetto agli anni precedenti, e abbiamo inserito la clausola che, se Trenitalia in due anni arriva al massimo delle penali, la Regione può impugnare la decadenza del contratto”.

Berrino ha sottolineato che i parametri della qualità del servizio e della puntualità sono migliorati negli ultimi tre anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.