Botta e risposta

Mercato a Cairo, un ambulante: “Distanze non rispettate”. I vigili: “Effettuiamo controlli ogni giovedì”

Il comandante: "E' garantito anche lo spazio per il passaggio dei mezzi di soccorso. Certo, nel piazzale del cimitero tutto sarebbe più facile"

Cairo Montenotte. “Mancano le distanze sia per quanto riguarda i protocolli anticonvid che lo spazio necessario ai mezzi di soccorso per intervenire”. Torna a tuonare un ambulante del mercato di Cairo Montenotte che, dopo aver già segnalato le stesse problematiche a settembre, vuole nuovamente esprimere la sua insoddisfazione sul rispetto delle norme anti contagio.

La situazione peggiore è vicino alle ‘prigioni’, dove l’affluenza dei clienti è maggiore data la presenza del banco dei polli – sottolinea l’ambulante – Ma non solo, in caso di incendio, i vigili del fuoco non avrebbero lo spazio per intervenire”. 

Una polemica nata dopo lo spostamento del mercato del giovedì in piazza XX Settembre a causa dei lavori di rifacimento di piazza della Vittoria, uno spazio decisamente più esteso rispetto a quello attuale. L’altra opzione era di trasferirlo nel grande piazzale antistante il cimitero, ma per venire incontro alle richieste del commercio ambulante e di quello fisso, l’amministrazione ha deciso di escludere questa alternativa in accordo con ambulanti e sindacati. 

“Il mercato è stato ridisegnato in modo da garantire il rispetto delle norme di sicurezza e rispondere alle esigenze dei commercianti – spiega il comandante della polizia municipale di Cairo, Ubaldo Moretti – Tutto è stato studiato per mantenere la corsia di sicurezza almeno a 3 metri e ogni giovedì effettuiamo dei controlli per verificare che i banchi stiano all’interno degli spazi assegnati, le distanze siano rispettate, ambulanti e cittadini indossino la mascherina, ci siano i disinfettanti, chi vende merce usata abbia la certificazione eccetera. Certo, in altri spazi come il piazzale del cimitero tutto sarebbe più semplice, anche per la viabilità, ma abbiamo trovato un compromesso”. 

“A volte – prosegue – può sembrare che si tratti di assembramenti, ma poi avvicinandosi è possibile constatare che le persone siano a un metro l’una dall’altra. La popolazione è sempre molto ligia ed indossa sempre la mascherina”. 

Alla polemica risponde anche il sindaco Paolo Lambertini. “Abbiamo sempre preso le nostre decisioni in maniera chiara, trasparente e condivisa confrontandoci con i sindacati e gli ambulanti e cercando di venire incontro alle loro richieste. Se ci sono delle segnalazioni, invito a presentarle formalmente in Comune”. 

leggi anche
  • Polemica
    Cairo, un ambulante denuncia: “Con il mercato in piazza XX Settembre, nessun rispetto per le distanze”
  • Risposta
    Cairo, il comandante Moretti risponde alle polemiche: “Distanza mantenuta, mercato in sicurezza”
  • Riprogrammazione
    A Cairo il maltempo rallenta i lavori in piazza della Vittoria, Ghione: “Fiduciosi di finire in tempo”
  • Cantiere aperto
    Cairo, al via il restyling in Piazza della Vittoria