IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La pantera Ngom in orbita Samp, con Empoli e Monza in agguato

Lo speciale del Ct Vaniglia

Più informazioni su

Seppur in piena epoca “emergenza Covid 19” a quanti, come me, stanno a cuore in particolare le sorti del settore giovanile (speriamo che a breve si sblocchi qualcosa) non è certo cessata la voglia di segnalare i talenti in ascesa.

Dopo la cessione di Rachid Kouda (2002) dalla Folgore Caratese al Cagliari l’intero mondo professionistico ha acceso i riflettori sulla cantera dei brianzoli in serie D. Tanti giovani per una squadra reduce da undici risultati utili consecutivi e dal quarto posto in classifica.

Non molte domeniche fa avevamo notato in quel del Chittolina una forza della natura che subentrato nel secondo tempo contro il Vado era riuscito a ribaltare il piano di gioco portò alla vittoria i lombardi con le sue irresistibili ed irruenti folate.

La storia di questo ragazzo, oggi salito alla ribalta, è quella di tanti che sognano la grande ribalta. Arrivato a Carate Brianza da bambino, aveva 15 anni con una crescita nel settore giovanile del Milan, Mamadou Bara Ngom bergamasco (attaccante 2000) è infatti attualmente finito nel mirino di club di A e B che lo stanno visionando con attenzione. Potenza fisica, 5 anni di serie D sulle spalle e già 6 gol in questo campionato a volte impiegato anche da punta centrale. Al Milan, Nava lo impiegava terzino destro. Alla Caratese ha sempre fatto l’esterno offensivo ma da quest’anno Longo l’ha spostato spesso al centro del tridente con grandi risultati. Chi ricorda? Ci vengono in mente Diaw e Kouame. Ngom, 2000, è stato già osservato dal vivo da Sampdoria, Empoli e Monza.

La finestra di calciomercato invernale si è chiusa, ma lo scouting blucerchiato però resta sempre attivo soprattutto se si tratta di giovani talenti. La società di Massimo Ferrero è molto attenta su questo frangente, non solo in Italia ma anche all’estero, basti pensare al colpo Mikkel Damsgaard, senza andare troppo indietro nel tempo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.