IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La lotta contro il cyberbullismo: ecco le iniziative per il Safer Internet Day in Liguria

Diversi gli incontri online in programma per sensibilizzare ragazzi, insegnati e famiglie all’uso consapevole della rete

Più informazioni su

Liguria. Il 9 febbraio 2021 si celebra il Safer Internet Day (SID), la giornata mondiale per la sicurezza in rete, con l’obiettivo di stimolare riflessioni tra le ragazze e i ragazzi sull’uso consapevole della web e diffondere la cultura del rispetto.

Molte le iniziative volte a sensibilizzare famiglie e ragazzi sulla pericolosità del cyberbullismo e dell’hate speech. Dal webinar promosso da Regione Liguria in collaborazione con l’Ordine degli Psicologi della Liguria, agli incontri online organizzati dal mondo della scuola, ma anche dalla polizia di Stato.

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

L’Ufficio Scolastico Regionale (USR), con la regia dell’Èquipe Formativa Territoriale Ligure (EFT), propone due eventi in diretta: uno per studenti e insegnanti ed il secondo per dirigenti scolastici e figure di sistema.

Gli eventi in streaming, raggiungibili anche dal canale Youtube di USR Liguria sono: “Aspettando il Safer Internet Day: le scuole liguri si raccontano” dedicato a studenti e docenti (l’ 8 febbraio dalle 10 alle 12.30) nel quale, durante la diretta streaming, interverranno le scuole (ISA13 Spezia, IC Prà, Polo Tecnologico Imperiese, Itis Ferraris Pancaldo, IC Varatella) e la polizia postale (Roberto Surlinelli, Dirigente Superiore Polizia Postale). Si parlerà e rifletterà di: “Cyberbullismo scherzo o reato?” (Polizia Postale) e di “Galateo di Mister Internet” (Andrea Cartotto, recente Learning Hero ligure 2021).

Le scuole racconteranno le loro esperienze: di come non fare “I sette errori sulla rete (+1)” (ISA13); di come pesare le parole #WeWeightWords (IC Varatella); di avere responsabilità nel web (IC Prà: Responsabilità nel Web – Digito ergo sum); di come il Virtuale è reale (Polo tecnologico imperiese) e quindi Non chiamatele bravate (Itis Ferraris Pancaldo di Savona).

Due giorni dopo ci sarà il “Safer Internet Day 2021 un confronto ligure” per dirigenti scolastici e figure di sistema che si occupano di temi digitali, della sicurezza in rete e dell’educazione civica (il 10 febbraio dalle 9 alle 12). Nel corso dell’incontro il direttore generale Acerra saluterà i vari esperti tra cui la polizia di Stato (Surlinelli), C. Bagnasco – referente regionale cyberbullismo USR Liguria, E. Maragliano (eTwinning), il progetto scuola digitale Liguria della Regione, L’equipe formativa territoriale e scuola di robotica (Fiorella Operto).

COORDINAMENTI NAZIONALE DOCENTI DELLA DISCIPINA DEI DIRITTI UMANI 

Un’iniziativa viene lanciata anche dal Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani che propone agli istituti di ogni ordine e grado di realizzare racconti, prodotti multimediali, cortometraggi, poesie e disegni incentrati sulla propria esperienza personale o di altri in modo tale da proporre consigli ai propri coetanei per contrastare il fenomeno del bullismo, non solo sul web. Gli studenti potranno ideare un logo apposito per la giornata. Gli elaborati con autorizzazione potranno essere inviati all’indirizzo email: coordinamentodirittiumani@gmail.com. L’hashtag è #tuttisbullonati.

“Tra poco verranno celebrate rispettivamente la Giornata Internazionale contro il Bullismo (7 febbraio) e il Safer Internet Day (9 febbraio); le due ricorrenze sono intrinsecamente collegate in quanto la piaga delle violenze e persecuzioni tra pari ormai si configura sempre più come cyberbullismo. Infatti la stagione pandemica, che ha forzatamente indotto milioni di adolescenti a casa, ha enfatizzato dinamiche relazionali fortemente viziate” spiegano dal CNDDU.

“Destano allarme – continuano – i dati diffusi in questi giorni dall’Osservatorio Indifesa 2020 di Terre des hommes e Scuolazoo, secondo i quali il 61% dei giovani dichiara di subire forme di bullismo/ cyberbulismo; tanti anche i testimoni di comportamenti aggressivi (68%); sei adolescenti su 10 affermano di non sentirsi al sicuro online. Il Revenge porn (52,16%) costituisce ragione di forte angoscia per le giovanissime; la solitudine accentua aspetti relazionali squilibrati e azzera socialità autentica e l’empatia.

“Nonostante in questi ultimi anni siano state prodotte nuove norme sulla privacy per la tutela degli utenti in rete, si deve lavorare molto, soprattutto a scuola, sul concetto di rispetto della persona e delle sue prerogative” concludono.

POLIZIA DI STATO E UNIEURO

Straordinario record di adesioni per l’evento della Polizia di Stato e Unieuro dedicato alla lotta contro il cyberbullismo. Domani,, martedì 9 febbraio, a partire dalle ore 10.00 saranno, la diretta streaming sul sito poliziadistato.itcuoriconnessi.it ed anche sul canale ufficiale youtube della Polizia di Stato, per #cuoriconnessi, un grande evento digitale in occasione del Safer Internet Day, giornata mondiale per la sicurezza in rete.

ewParteciperanno alla diretta più di 3.000 scuole di tutta Italia e oltre 200.000 studenti: l’incontro è dedicato ai ragazzi del terzo anno delle scuole secondarie di primo grado e agli studenti della 1° e 2° classe delle scuole secondarie di secondo grado. La partecipazione sarà consentita attraverso una piattaforma dedicata.

All’evento, moderato dal giornalista Luca Pagliari, interverranno il capo della Polizia- direttore generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli, ilc dipartimento per le Risorse umane, finanziarie e strumentali del MIUR Giovanna Boda, l’amministratore delegato di Unieuro Giancarlo Nicosanti e il direttore del Servizio Polizia Postale e delle comunicazioni Nunzia Ciardi. Verrà trasmesso un docufilm che narra la storia vera di un’adolescente vittima di cyberbullismo.

“Il cybercrime è in continua evoluzione e l’attività della Polizia Postale non conosce sosta – afferma Nunzia Ciardi, direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni –  affrontando casi di sexting, grooming, body shaming e cyberbullismo, solo per citare alcuni fenomeni: in quanto polizia di Stato, riteniamo importante ribadire il nostro massimo impegno nel tutelare le vittime di situazioni complesse e talora drammatiche. Spesso le vittime di cyberbullismo – continua Ciardi –  vivono situazioni di profonda solitudine e possono quindi tardare nel rivolgersi alle autorità competenti. Desideriamo esortarle affinché lo facciano con tempestività, evitando pericolose complicazioni e spezzando il proprio isolamento attraverso il supporto qualificato delle istituzioni. Ogni campagna che si proponga questo obiettivo – conclude Ciardi –  tra cui ‘#cuoriconnessi’, rappresenta in tal senso un prezioso contributo rivolto all’universo giovanile”.

Giancarlo Nicosanti, amministratore delegato di Unieuro, ha dichiarato: “la straordinaria partecipazione a questo evento conferma il valore del progetto ‘Cuoriconnessi’ e rafforza la nostra scelta di continuare sul percorso intrapreso 5 anni fa insieme a polizia di Stato. Un grande onore, ma soprattutto una grande responsabilità. Lo sviluppo tecnologico corre veloce e la pandemia ha addirittura acce¬lerato tale processo. Per questo dobbiamo tenere il passo e assimilare in fretta gli aspetti positivi che ci offre l’universo online trasformandoli in opportunità di studio, di lavoro e di conoscenza dell’altro, imparando allo stesso tempo a riconoscerne le insidie”.

“Informare e sensibilizzare i ragazzi ad un utilizzo più consapevole e corretto della tecnologia, contrastare ogni forma di distorsione della rete è il nostro impegno nel contribuire a divulgare quei valori su cui deve basarsi una società moderna e soprattutto civile” ha concluso Nicosanti.

In concomitanza con l’evento, dopo il successo del primo libro #cuoriconnessi, sarà disponibile il nuovo testo “#cuoriconnessi. Cyberbullismo, bullismo e storie di vite online. Tu da che parte stai?”, una nuova raccolta di storie vere – intense e figlie dei nostri tempi – che seppur diverse per dinamiche, culture e territori, sono unite da un comune denominatore: il rapporto dei giovani con la tecnologia e la rete.

Il volume è distribuito gratuitamente in 200.000 copie presso tutti i punti vendita Unieuro ed è consultabile negli uffici della Polizia Postale nei capoluoghi di regione. La versione digitale sarà scaricabile, sempre gratuitamente, dal sito cuoriconnessi.it e dai principali store online.

Grazie a #cuoriconnessi dal 2016, anno di nascita del progetto, oltre 30.000 studenti hanno partecipato al tour nei teatri che ha toccato le principali città italiane, da nord a sud. Dall’inizio della pandemia, attraverso il canale YouTube, è online la web tv “#cuoriconnessi” che in pochi mesi ha superato le 500.000 visualizzazioni.

Per la provincia di Savona, tra tutte le scuole che seguiranno la diretta,  parteciperà in forma interattiva l’Istituto Superiore “Ferraris Pancaldo” ove sarà presente per l’occasione personale della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Savona.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.