I Pirates issano le vele: al via la Seconda Divisione - IVG.it
Football americano

I Pirates issano le vele: al via la Seconda Divisione

La formazione di coach Giuso affronterà due team torinesi e i Red Jackets Sarzana

Albisola Superiore. Il sodalizio ligure si presenta ai nastri di partenza del prossimo campionato italiano di football americano di Seconda Divisione con rinnovato entusiasmo e con grande energia. Nonostante i vari blocchi dovuti all’emergenza Covid, i ragazzi di coach Giuso hanno sempre continuato ad allenarsi, sia individualmente, sia come team dopo il via libera del Coni che ha permesso gli allenamenti agli sport di squadra di interesse nazionale, nel rispetto dei protocolli emanati ed imposti dalla Fidaf per le norme anti Covid.

Questo fa ben sperare per la nuova stagione che vedrà impegnati i Pirates 1984 domenica 18 aprile, nella prima giornata di campionato del girone Nord Ovest, contro la corrazzata Giaguari Torino. I piemontesi, appena scesi in Seconda Divisione, sono seri candidati alla conquista del titolo.

A seguire, il 2 maggio i Pirates affronteranno i Reapers Torino, sodalizio nato dalle ceneri dei Blacks e dei Razorbacks, squadra molto esperta e con un roster numericamente importante, ed infine, il 22 maggio, l’altra ligure, i Red Jackets Sarzana, team anch’esso con parecchi anni di campionati di Seconda Divisione sulle spalle. Un girone caratterizzato da numerosi derby che sapranno sicuramente essere interessanti, sia all’andata che al ritorno. Ritorno che vedrà i blu affrontare i Giaguari il 30 maggio, i Reapers il 5 giugno e i Red Jackets il 13 giugno.

Nel frattempo i Pirates continuano la campagna di rafforzamento con un nuovo innesto. Si tratta di Gabriele Bollini (nella foto), vecchia conoscenza del gridiron italico, torinese di nascita, sceso in Liguria per motivi lavorativi che ha aderito con entusiasmo alla franchigia albisolese. Uomo di esperienza con oltre quindici anni di football che ha militato nei Chargers Novi, Blacks Rivoli, Blitz Ciriè, Alfieri Asti. Un giocatore multi ruolo, efficace sia in linea di attacco che di difesa, che permetterà a coach Giuso di avere un altro elemento da poter impiegare in doppio ruolo.

Il resto del team rimane immutato rispetto allo scorso anno che, causa pandemia, ha visto l’annullamento del campionato da parte della Fidaf.

Eugenio Meini, direttore sportivo dei Pirates 1984, commenta: “Questo è un passo molto importante. I ragazzi sono motivati ed è dal mese di luglio che non si sono mai fermati. Il nostro camp di settembre ha portato alcuni buoni prospetti ed abbiamo anche rinforzato la squadra inserendo alcuni tasselli importanti, sia per quanto concerne il parco giocatori che nel reparto allenatori. Rientriamo nel football a undici in punta di piedi e con molta umiltà riaffacciandoci al grande football dopo oltre tredici anni, consci che siamo ritornati per imparare e crescere, ma soprattutto per rimanerci. Rimanete sintonizzati perché le novità in casa Pirates non sono finite…”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.