IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, Le Persone al Centro: “Città sporca e trasandata, serve piano Marshall”

"Nel piano triennale delle opere pubbliche dell'amministrazione non è presente un piano sistematico di manutenzione"

Più informazioni su

Finale Ligure. “Nel piano triennale delle opere pubbliche dell’amministrazione comunale di Finale Ligure non sono presenti un piano sistematico di manutenzione che da ordinaria dovrebbe diventare straordinaria per almeno 100mila euro di interventi in uno dei tre anni”.

E’ quanto ha evidenziato durante l’ultimo consiglio comunale dal gruppo di minoranza “Le persone al centro”. “Finale – spiegano dal gruppo – è sporca e trasandata e occorrerebbe un vero e proprio piano Marshall per ridarle ordine, decoro e dignità. Rispettare la storia e la memoria della città crea maggior attaccamento in chi la vive e rinsalda quel giusto bagaglio di valori identitari, fondamentali per gestire le future sfide cittadine”.

“Notiamo – continuano – la totale assenza di provvedimenti relativi alla scuola elementare di Finalborgo nonostante gli annunci dello scorso luglio che avevano promesso una nuova sede nel Rione e un inopportuno ampliamento delle già congestionate scuole di via Brunenghi”.

“L’ultimo difetto è il mancato inserimento della gestione della rete sentieristica e della realizzazione di servizi e parcheggi a servizio delle palestre di roccia. Siamo consapevoli che, dai programmi GAL, tutt’altro che tempestivi, possano arrivare risorse importanti per interventi straordinari, ma riteniamo che la capitale dell’outdoor debba gestire in maniera più sistematica ed organizzata lo splendido territorio che la circonda, fondamentale in chiave turistica”.

“Una mail quindicinale – concludono -, protocollata con tutti gli interventi segnalati da cittadini e turisti, è l’iniziativa che lanceremo presto. Su un punto siamo, invece, assolutamente d’accordo: lo stato di degrado di via Dante. Siamo lieti che anche l’amministrazione, dopo averla disastrata, abbia finalmente maturato, almeno formalmente, questa sensibilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.