Liquidità

Finale Ligure, il Comune rispetta i tempi di pagamento dei fornitori

"Per non fare mancare la liquidità ai propri fornitori, soprattutto durante il periodo di pandemia"

Finale Ligure. La giunta del sindaco Ugo Frascherelli ha approvato la delibera 13/21 con la quale si certifica che il Comune di Finale Ligure “non è tenuto ad effettuare l’accantonamento al Fondo di garanzia dei debiti commerciali, evitando così di erodere risorse di bilancio per le spese correnti (istruzione, servizi alla persona, politiche giovanili, manutenzione ordinaria, sicurezza urbana, ecc.)”.

Nel corso del 2020 l’amministrazione ha infatti raggiunto l’obiettivo che si era prefissata, cioè “rispettare i tempi di pagamento delle fatture per non fare mancare la liquidità ai propri fornitori, soprattutto durante il periodo di pandemia”.

“Il Comune paga mediamente in anticipo rispetto alla scadenza delle fatture – sottolinea l’assessore Franco De Sciora – Il tempo medio di ritardo di pagamento è infatti negativo (-13 giorni) così come certificato dall’ente che monitora i debiti delle pubbliche amministrazioni”