Fin da scuola

Educazione alla legalità nelle scuole, al via il progetto della polizia locale di Albenga

Le classi partecipanti sono 15 per un totale di circa 250 alunni

Albenga. Parte il progetto di educazione alla legalità promosso dalla polizia locale di Albenga nelle scuole della città.

“L’educazione alla legalità, fin dalla più tenera età, quale strumento educativo e di prevenzione è e resterà sempre, una delle nostre priorità. In quest’ottica la polizia locale di Albenga ed in particolare l’ufficio educazione alla legalità, inserito nella convenzione per la gestione associata della polizia municipale tra i Comuni di Albenga, Finale ligure e Loano attraverso l’approvazione, avvenuta all’unanimità, della delibera di consiglio comunale dello scorso 27 gennaio, ha dato il via anche quest’anno ai corsi rivolti agli studenti delle scuole del nostro territorio” afferma con soddisfazione l’assessore alla sicurezza Mauro Vannucci.

“Purtroppo la situazione attuale ci impedisce di presenziare direttamente nelle scuole a causa della pandemia Covid19, ma, grazie alla nostra dotazione informatica, siamo riusciti ad organizzare online alcuni momenti partecipativi che vedono coinvolti i bambini delle classi IV^ elementare del territorio comunale – spiegano dal comando l’ispettore Gianluca Dagnino e l’agente scelto Barbara Dell’Olio – Abbiamo predisposto un incontro di circa un’ora e mezza durante il quale ci confronteremo con i piccoli studenti mediante proiezioni di racconti autoprodotti e spiegazioni interattive”.

“Certamente ci manca la possibilità di poter presenziare direttamente e di poter provare simulazioni di circolazione e traffico sulla Pista Go Kart di Polo 90 come gli scorsi anni, ma, ciò nonostante, abbiamo voluto garantire questo importante momento formativo affrontando tematiche, non solo, di circolazione stradale, ma anche, trattando altri temi importanti quali il bullismo, il riciclo dei rifiuti e, non ultimo, trasmettere ai bambini la capacità di ‘potersela cavare’ in particolari situazioni di difficoltà (‘Cosa faccio se….).”

Il corso è corredato da materiale didattico, spesso autoprodotto, e prevede un piccolo premio finale alle classi che parteciperanno ad un concorso grafico avente per tema il commento ad un racconto sull’onestà. Le classi partecipanti sono 15 per un totale di circa 250 alunni.

leggi anche
  • Richiesta
    Albenga, Lega e FdI incontrano il Questore: “Sicurezza urbana integrata per monitorare le zone dello spaccio”