IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Dimmi a chi intitoli le vie, ti dirò che città sei

di Angelo Vaccarezza

Loano, la mia Loano, è stata la prima città italiana a dedicare una via ai Martiri delle Foibe.

Loano Martiri

La scelta di quale strada scegliere non fu casuale; allora ero un giovane vice sindaco, era l’aprile del 1997, e di li a pochi giorni un rappresentante dell’Anpi ci avrebbe attaccato pubblicamente durante le celebrazioni del 25 Aprile, accusandoci di revisionismo.

Ma noi, precursori di quello che l’Italia avrebbe fatto solo sette anni dopo con l’istituzione del “Giorno del Ricordo”, sapevamo quale fosse la cosa giusta da fare e, non senza qualche “resistenza”, anche nella nostra maggioranza, individuammo una via centrale, dal grande significato simbolico.

Via Martiri delle Foibe collega corso Roma, piazzale Giuseppe Mazzini, corso Europa e via Trento e Trieste.

L’Italia e la memoria degli italiani si onorano (o si umiliano) anche attraverso la toponomastica.

Angelo Vaccarezza

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.