Polemica

Concorso Oss per 274 posti nelle strutture liguri: in migliaia si presentano in anticipo ed è assembramento fotogallery

Alisa ha provato a correre ai ripari aprendo ulteriori accessi

Liguria. Oggi la convocazione di quasi sei mila candidati al concorso indetto da Alisa per attribuire 274 posti da Operatore socio saniatario, Oss, nelle strutture sanitarie della regione. Il ritrovo era a Genova, presso i Magazzini del Cotone e il Rds Stadium, dove fin dalle prime ore di questa mattina centinaia di persone (tra cui anche savonesi) si sono presentate per la prova, riscontrando da subito qualche problema nell’organizzazione: gli orari di accesso scaglionati sono infatti saltati creando una lunga coda all’esterno delle strutture, con assembramenti e qualche polemica.

Mi sono fatto 103 giorni di ospedale con il Covid – si sfoga Gaetano, in coda dalle 8 – e una gestione del genere è scandalosa, stavo pensando di andarmene, mi sento in pericolo a stare qui”. Nella confusione, infatti, la fila di persone si è allungata a dismisura, creando una massa umana che in altre situazioni avrebbe, forse, richiamato l’intervento delle forze dell’ordine per disperdere gli assembramenti.

Secondo quanto riferito da Alisa il problema si è creato dal fatto che molte persone si sarebbero presentate prima del relativo “scaglione”, di fatto facendo aumentare la “sosta” e saltare la macchina dell’organizzazione, che ha provato a correre ai ripari aprendo ulteriori accessi per procedere con le registrazioni dei presenti e le successive prove.

In una nota diramata nel corso della mattinata, Alisa spiega che “sono 5.896 candidati ammessi, 274 i posti previsti dal bando. La prova è organizzata in due tornate, una di mattina e una di pomeriggio e articolata su due sedi: il centro congressi del Porto Antico e l’RDS Stadium Fiumara. I candidati, convocati in modo scaglionato, con intervallo di mezz’ora tra i diversi gruppi, si sono presentati questa mattina nei due poli, in alcuni casi, con anticipo rispetto all’orario di convocazione, creando congestione all’ingresso; gli ultimi candidati erano stati convocati alle 9.30 e intorno alle 9.45 tutte le persone sono state registrate per accedere alla prova”.

Daniele Zappavigna direttore del personale di Alisa, dice: “Si raccomanda ai candidati convocati per la prova del pomeriggio di presentarsi all’orario prestabilito indicato nella convocazione per consentire a tutti di svolgere le operazioni di ingresso e registrazione in massima sicurezza”.

La preselezione identificherà circa 2.600 candidati che dovranno sostenere in seguito una prova pratica che consisterà in uno scritto sulle materie oggetto di concorso.