IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Celle, automobilisti esasperati in coda: sbucano altri 4 semafori sull’Aurelia a causa di lavori in corso foto

Situazione momentanea a parte gli impianti installati per via della situazione delle case vicine al cantiere del Santa Brigida

Più informazioni su

Celle Ligure. “Ma quanti semafori ci sono a Celle?”. Se lo sono chiesto in tanti questa mattina. Siamo andati a dare un’occhiata e nel tratto di Aurelia che va dall’ingresso in paese, provenendo da Savona, fino al casello autostradale ne abbiamo contati sette. Se a questi, togliamo i tre posizionati a causa del cantiere del rio Santa Brigida, ne troviamo quattro. Due per ogni senso di marcia.

Code già a inizio mattinata da aggiungersi a quelle dovute ai semafori, che rimarranno fino a quando il giudice si esprimerà in merito alle cause che avrebbero provocato danni alle abitazioni del centro storico vicine al cantiere per l’ampliamento del rio.

Gli altri impianti semaforici sono stati installati, in entrambi i sensi di marcia, nei pressi del Convento per il posizionamento e il passaggio delle fibre ottiche e, poco più avanti, tra il vecchio casello ferroviario e l’ingresso per raggiungere l’autostrada: in questo caso da parte di Anas per consentire lavori pulizia e messa in sicurezza del costone roccioso. Questi due ultimi impianti saranno in funzione fino al prossimo 26 febbraio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.