IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, Balbo (Servizi Ambientali) prende le distanze dall’amministratore delegato: “Non era necessario fornire dati personali”

Nel corso dell’ultima seduta consiliare il sindaco Canepa aveva denunciato una “grave violazione dei dati personali di centinaia di cittadini”

Borghetto Santo Spirito.  “Quale presidente della Servizi Ambientali prendo le distanze da quanto dichiarato dall’amministratore delegato. Aldilà della normativa vigente in materia di privacy ritengo non vi fosse la necessità di fornire dati di questo tipo per l’espletamento del mandato del Consigliere comunale.

A parlare è il presidente di Servizi Ambientali Barbara Balbo, che in una nota spiega la propria posizione con riferimento alla polemica sorta nel corso dell’ultima seduta consiliare del Comune di Borghetto Santo Spirito. Il sindaco Giancarlo Canepa, infatti, ha puntato il dito contro Servizi Ambientali, rea – secondo il primo cittadino – di aver violato i dati personali di centinaia di cittadini.

“Sarebbe stato sufficiente comunicare dati ‘aggregati’ comune per comune – precisa Balbo – senza il rischio di violare la privacy di nessuno”.

Il primo cittadino, durante la seduta, ha ricordato i fatti alla base della vicenda: “Un anno fa gruppi di minoranza di Loano avevano richiesto, per il tramite del Comune loanese, di poter visionare le pratiche di bilancio di Servizi Ambientali e di avere informazioni circa dirigenti e dipendenti, soprattutto rispetto ai loro emolumenti. Quella richiesta venne in parte respinta: se, infatti, i documenti finanziari sono accessibili a tutti, così non è per i documenti riguardanti i dipendenti, vincolati dalla necessità di rispettare la privacy. Portai la questione anche all’attenzione dell’assemblea dei soci e del Cda, i quali si dichiararono ‘incompetenti’ a trattare la materia, rimandando tale compito all’ufficio legale. Da quel che, poi i due gruppi di minoranza di Loano si rivolsero anche al prefetto e fecero un esposto alla Procura della Repubblica”.

Ed ecco la bomba: “La società ci ha spesso abituato a trattare chi le si rivolge con due pesi e due misure. L’ultima conferma è arrivata la settimana scorsa, quando il consigliere Giancarlo Maritano si è rivolto all’amministratore delegato Vittorio Savona per ottenere gli elenchi di nomi, cognomi e rispettivi importi a debito degli utenti dei comuni di Boissano, Borgio Verezzi, Ceriale, Pietra Ligure, Toirano, Tovo San Giacomo e Borghetto Santo Spirito. Vorrei sapere cosa interessa a Maritano se la signora Maria di Toirano deve alla Servizi Ambientali 33 euro. E come questo dato possa essergli utile per lo svolgimento del suo incarico di consigliere comunale.”

Balbo ha quindi deciso di intervenire per chiarire la propria posizione: “Ho provveduto a segnalare l’accaduto al nostro responsabile della privacy affinche’ valuti la situazione ed a fare quanto in mio potere per evitare la divulgazione degli stessi” ha concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.