IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, sopralluogo all’ex mattatoio: “Diventerà risorsa importante per la città” fotogallery

U Massatoiu: "Sia finalmente sanata quella che, per decenni, ha costituito una ferita aperta nel quartiere"

Alassio. Stanno proseguendo le attività di recupero dell’area dell’ex macello, atteso da più di trent’anni e per il quale erano finalmente iniziati i lavori eseguiti dalla Ditta Edilvetta, che si era aggiudicata l’appalto. Dopo aver allestito il cantiere in attesa dell’autorizzazione da parte della Soprintendenza, che tutela il complesso considerato testimonianza di archeologia industriale, le opere di ristrutturazione sono entrate nel vivo dei lavori e si incominciano a vedere i primi tangibili risultati.

All’interno del cantiere si è svolto, adottando tutte le precauzioni necessarie, un incontro ed un sopralluogo che ha visto la partecipazione di alcuni rappresentanti dell’Associazione “U Massatoiu” con l’amministrazione comunale e lo studio che ha effettuato la progettazione.
Erano presenti tra l’altro il sindaco Marco Melgrati, l’assessore ai lavori pubblici Franca Giannotta, la presidente del “U’ Massatoiu” Alessandra Armato con alcuni componenti del consiglio direttivo, l’ingegner Felice Dotti e i rappresentanti della ditta esecutrice.

Sono stati illustrati i lavori eseguiti, lo stato delle opere, le attività edilizie in corso, gli interventi che verranno effettuati nei prossimi mesi sino ad arrivare alla conclusione di tutte le opere oggetto della prima parte dei lavori, che dovrebbero terminare ad inizio estate.
Le parti attualmente interessate dalla ristrutturazione sono quelle collocate in fregio alla via Pian del Moro, già adibite a ricovero animali quando il macello comunale era in funzione.
Per rendere fruibile i fabbricati sarà necessario installare gli impianti e completare alcuni interventi, come l’installazione delle pavimentazioni e gli infissi, non compresi nel lotto in fase di esecuzione.

Per l’altro edificio, costituito dall’immobile più grande (già adibito alla macellazione vera e propria) così come per le aree perimetrali dovrà ancora essere realizzato il progetto definitivo e reperito il finanziamento.

“E’ stata particolarmente gradita – fanno sapere dall’associazione – la richiesta formulata al progettista, da parte del sindaco, della redazione di un piano economico per i lavori ancora necessari a completare il lotto in esecuzione e per la sistemazione dell’area esterna. Un segnale incoraggiante che dimostra la volontà dell’amministrazione di proseguire nell’esecuzione delle opere e provvedere alla ricerca di fondi per finanziali e da inserire nei prossimi bilanci del Comune, in modo da avviare la progettazione definitiva ed eseguire il successivo appalto”.

“Una volta terminata l’opera di rigenerazione urbana, l’ex mattatoio rappresenterà una importante risorsa per lo sviluppo socio economico culturale della nostra città – proseguono da ‘U Massatoiu’ – Negli edifici ristrutturati, potranno trovare spazio dei laboratori espressivi, una sala polifunzionale per conferenze, congressi, rassegne teatrali e cinematografiche, un’area museale per la conservazione e la memoria delle antiche tradizioni oltre che, nell’area esterna, un parco giochi innovativo, un luogo ‘verde’ di aggregazione, adatto a persone di ogni fascia d’età così come pure un’area sportiva”.

L’Associazione “U Massatoiu” che in tutti questi anni ha seguito le varie fasi e il lungo e complicato iter burocratico affrontato, ora che si è giunti alla fase della realizzazione, auspica “che l’opera di restauro prosegua celermente e sia finalmente sanata quella che, per decenni, ha costituito una ferita aperta nel quartiere lasciato in abbandono in preda al degrado”.

“Il progetto di recupero – ricordano – aveva trovato avvio tramite un contributo regionale di 500.000 euro al quale si sono aggiunte risorse del bilancio comunale. Gli abitanti della Fenarina nel corso degli anni si sono visti spesso trasferire risorse finanziarie destinate al loro quartiere per altre opere ed in altre zone mentre il complesso del mattatoio rimaneva in un evidente stato di abbandono dopo il fallimento del progetto di realizzazione del teatro comunale. Ma questa volta, anche in seguito di quanto emerso dall’incontro, sembra proprio che i lavori di riqualificazione dell’ex mattatoio possano arrivare nel breve, se non alla conclusione totale almeno a consentire la fruizione di una parte degli immobili. I cittadini sono fiduciosi che non verrà vanificato tutto il lungo e complicato lavoro burocratico svolto da tutti i soggetti coinvolti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.