IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vandali in azione a Celle: sfondato il lunotto di un’auto (guasta) foto

Il proprietario aveva lasciato il mezzo per una notte in un posteggio non suo

Più informazioni su

Celle Ligure. Lascia per una notte la macchina in un posteggio non suo e, al mattino, si ritrova il lunotto sfondato.

Una brutta sorpresa nella calza della Befana  per un’insegnante che ora dovrà spendere più di 200 euro per riparare il vetro della sua vettura che, la sera del 5 gennaio, ha parcheggiato poco lontano da casa.

“Mai avrei immaginato di ritrovare la mia auto danneggiata, in quelle condizioni, quando sono scesa per spostarla: dopo poche ore. Ho avuto bisogno di lasciarla lì per poco tempo: nello spazio coperto di un condominio vuoto, di sole seconde case. Sapevo che il posteggio è privato, ma non c’era nessuno. La pioggia abbondante di quei giorni si era infiltrata nella macchina. Per ripararla, l’avevo lasciata lì quella notte”.

È dispiaciuta e impaurita da questo gesto la signora che da qualche anno abita a Celle.

L’episodio, la notte dell’Epifania, in cima a via Marconi, nella zona dei Piani.“Avrei preferito ritrovarmi una bella multa. O un biglietto. Sapevo che non è mia proprietà ma mai avrei immaginato una cosa del genere. Non mi spiego, insieme a tanti altri residenti, il perché di questo atto vandalico” continua “ in un palazzo vuoto, disabitato in inverno.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.