IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Covid, Toti: “Distribuzione vaccini secondo criterio di anzianità, presto ritorno in zona gialla”

Lettera assieme al governatore Fedriga indirizzata al Commissario Arcuri e al presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini

Liguria. Introdurre un correttivo nei meccanismi di distribuzione dei vaccini anti Covid-19, in modo che sia coerente rispetto alla diversa distribuzione per fascia di età della popolazione residente nelle regioni. È la proposta avanzata dai presidenti di Regione Liguria e Regione Friuli Venezia Giulia, Giovanni Toti e Massimiliano Fedriga, in una lettera inviata al Commissario straordinario Domenico Arcuri e al presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, a cui i due governatori chiedono di poter affrontare il tema nel primo incontro utile che venga convocato quanto prima.

In particolare, i due governatori ligure e friulano evidenziano che ad oggi “la distribuzione programmata dei vaccini per il mese di febbraio è fondata sul criterio della proporzionalità rispetto alla popolazione generale regionale”.

“Condividendo lo spirito dell’applicazione di tale criterio – scrivono Toti e Fedriga – sarebbe auspicabile che la distribuzione fosse coerente alla numerosità della popolazione target. Il piano strategico definisce infatti le popolazioni prioritariamente individuate anche per le fasi successive a quella attualmente in essere e prevede l’immunizzazione delle persone in età avanzata – ricordano – con iniziale priorità agli individui con età superiore a 80 anni”.

Per questo, i due governatori suggeriscono “di procedere alla distribuzione dei vaccini anti Covid-19 proporzionalmente alla numerosità della popolazione target individuata per fascia d’età nelle diverse regioni, ad esempio il numero di individui con età superiore a 80 anni per le distribuzioni nei mesi di marzo e aprile e con età superiore a 75 anni per le distribuzioni nel mese di maggio”.

“L’impiego di un criterio age-based – proseguono – consentirebbe una distribuzione corretta anche per altre condizioni più difficilmente individuabili, come, ad esempio, la comorbidità, che presentano una distribuzione dipendente dall’età e permettono di individuare pazienti a maggior rischio e target per il piano strategico nelle fasi successive all’attuale”.

E sulla situazione sanitaria: “Il numero più doloroso, quello dei decessi, resta purtroppo ancora alto: oggi sono 17, quasi tutti pazienti sopra i 75 anni, la fascia di popolazione più colpita dal virus e che dobbiamo mettere al più presto al sicuro con i vaccini – aggiunge ancora Toti -. Oggi sono arrivate altre 10 pizza box di Pfizer e nonostante la riduzione delle consegne, grazie alla programmazione prudente e attenta fatta dalla nostra sanità, la campagna vaccinale in Liguria non si è fermata. Adesso speriamo che Pfizer recuperi, come annunciato, i ritardi in modo da poter partire il prima possibile con la fase 2, quella destinata proprio ai nostri anziani”.

“I dati di oggi comunque confermano la tendenza di questi giorni: la curva del contagio continua a calare e ci auguriamo che alla fine della settimana la nostra regione possa tornare in zona gialla, ricompensando almeno in parte i grandi sacrifici che le nostre attività e tutti i liguri stanno facendo, con coraggio e determinazione, per poter tornare alla normalità” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.