IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toti ed Esselunga? Per Sansa solo “palanche e carrello”. Trattativa sul tavolo per un’apertura a Savona

L'azienda si difende e minaccia azioni legali contro l'Espresso: "Teoremi fantasiosi da parte di alcuni soggetti che non conoscono la nostra società"

Liguria. “Il buon rapporto tra Toti e Esselunga non è un mistero, né una maldicenza di noi avversari politici. Niente di illegale, fino a prova contraria. Ma ci sia consentito almeno di criticare questo matrimonio. Ci sia consentita almeno un po’ di ironia nei confronti di Esselunga che aveva denunciato il sospetto connubio tra gli avversari e la politica di centrosinistra: dopo ‘Falce e carrello’, l’alternanza politica ha portato a ‘Palanche e carrello’“?

Ad affermarlo è il consigliere regionale di minoranza del gruppo “Sansa Presidente” Ferruccio Sansa relativamente alla notizia pubblicata dall’Espresso che pone l’attenzione sulla donazione di 50 mila euro effettuata dalla società Attività Edilizie Pavesi (Aep), il 14 settembre, a una settimana dalle elezioni regionali, a Cambiamo, il partito di Giovanni Toti. Aep è la ditta scelta da Esselunga per costruire la struttura che ospita il nuovo supermercato, aperto il 16 dicembre scorso a Genova, in via Piave. Toti già nel 2016, poco dopo la sua elezione avevo detto di essere “certo che finalmente Esselunga aprirà a Genova”.

In occasione della sua inaugurazione, lo scorso 16 dicembre, il presidente di Regione Giovanni Toti aveva ammesso di avere “cambiato le leggi di questa Regione” ma non per fare “un regalo a Esselunga ma in favore del libero mercato e del carrello della spesa dei genovesi. È giusto che ci sia concorrenza, ed è quella concorrenza che permette ai cittadini di avere più convenienza”.

“Il suo fondatore, Bernardo Caprotti, dedicò anche un libro alla competizione contro la Coop – ricorda Sansa -, accusata di essere sostenuta dal centrosinistra. La Coop che, si diceva, dominava il mercato nelle regioni governate dal centrosinistra. Ed ecco che, invece, oggi Caprotti rischia di diventare oggetto delle stesse critiche ma capovolte: nelle regioni governate dal centrodestra Esselunga, nonostante le fortissime contestazioni da parte di commercianti e abitanti, continua ad aprire ipermercati”.

Infatti, sembra essere prossima una nuova apertura, sempre firmata dal brand lombardo, in via di Francia, in un’area di loro proprietà. Nei giorni scorsi era stato affisso il cartello di autorizzazione dal Comune di Genova per i lavori finalizzati a “interventi di demolizione di fabbricati”, con committente Esselunga. L’apertura richiederà “tempi lunghi”, come aveva dichiarato durante l’inaugurazione l’amministratore delegato del gruppo Sami Kahale.

“In un periodo in cui tutti invocano una moratoria di ipermercati e centri commerciali perché rischiano di desertificare il tessuto dei piccoli negozi già straziati dalla crisi – conclude Sansa -, ecco che Esselunga a Genova va avanti. La Lega, in consiglio regionale, aveva presentato a metà dicembre una proposta di moratoria per fermare lo sviluppo della grande distribuzione organizzata. Ma il governatore zittisce gli alleati e boccia il documento”.

Ma l’espansione di Esselunga non si limiterebbe al capoluogo ligure e potrebbe presto arrivare anche a Savona. Nell’area di piazza del Popolo, infatti, è in progetto una riqualificazione urbana, che rappresenta un’opportunità golosa per le attività economiche. I proprietari dell’area, gli imprenditori di Binario Blu, hanno avviato dei confronti conoscitivi con più acquirenti, tra i quali figura proprio Esselunga.

E proprio con riferimento alla notizia pubblicata dal settimanale Espresso, arriva la secca precisazione da parte dell’azienda: “Dopo le frasi e i titoli ad effetto di una testata che con la sua ‘narrazione’ diffama Esselunga S.p.A. – si legge in una nota -, e verso la quale ci riserviamo di agire a tutela della nostra reputazione, dobbiamo purtroppo registrare teoremi fantasiosi da parte di alcuni soggetti che evidentemente non conoscono a fondo la nostra società. Ribadiamo anche ad essi che Esselunga nulla ha a che vedere con iniziative autonome di altre società”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.