IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sulla ripartenza dell’Eccellenza

Lo speciale del Ct Vaniglia

Sono moltissimi gli amici che mi scrivono chiedendo indicazioni più precise in merito alla ripresa dei campionati dilettanti ed in particolar modo di quello di Eccellenza girone A. La provincia di Savona sotto questo aspetto è fortemente interessata vista la massiccia partecipazione al torneo di tante realtà che acquisiscono un valore ancor più alto se si considera che in questa stagione 2020/21 il solo Vado Fc partecipa alla Serie D.

Cosa rispondere a Cairese, Albenga, Pietra Ligure, Finale, Varazze e Alassio, rispettivamente elencati in ordine provvisorio di classifica? Credo che le ultime parole pronunciate dal presidente della Lnd Cosimo Sibilia facciano luce e chiariscano meglio la situazione venutasi a creare.

Questo è quanto ha comunicato recentissimamente sui propri social: “Sicuramente i dilettanti stanno pagando il prezzo più alto per gli effetti della pandemia ed io non posso che condividere le preoccupazioni di chi fa parte. Lavoriamo per tornare in campo, in sicurezza, ma che lo si faccia in modo definitivo. A tale riguardo la LND ha già provveduto, proprio nell’interesse di una categoria importante quale è l’Eccellenza, a cancellare tutte le competizioni a carattere nazionale che avrebbero potuto togliere spazi utili al massimo torneo regionale. Sulla sua conclusione è già stata avanzata e approvata dalla FIGC, che è competente in materia, la richiesta di deroga all’articolo 49 delle NOIF che disciplina l’esito dei campionati, sul quale sarà chiamato a pronunciarsi il Consiglio Direttivo della LND. Considerata l’attuale situazione epidemiologica e la prevista stretta alle misure di contenimento del contagio, ritengo che oggi sia quanto mai prematuro immaginare come e quando le competizioni possano riprendere e concludersi”.

Mentre vi scrivo il bollettino odierno registra 16.146 nuovi casi Covid ed i decessi risultano 477. Il nuovo Dcpm del 15 gennaio prevede delle nuove regole con limitazioni per le visite ad amici e parenti nelle zone rosse e arancioni e la stretta su bar e ristoranti e la riapertura delle scuole il 18 gennaio, zone rosse e arancioni permettendo. Nonostante i numeri del Bollettino della Protezione Civile dicano che non è più così scontata (ma l’indice di contagio Rt è previsto in salita nel report dell’Iss), c’è chi preconizza l’arrivo della Terza Ondata dell’epidemia e chi teme per il piano vaccini. E oggi è prevista la protesta dei ristoratori.

Come vedete non è prevedibile a breve una soluzione del problema riguardante la ripresa delle attività agonistiche. Occorrerà attendere l’evoluzione (speriamo involuzione) dell’epidemia. Il neo rieletto presidente del Comitato Regionale Ligure dott. Giulio Ivaldi dal canto suo ha garantito il massimo impegno per poter “riprendere quanto prima in sicurezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.